LA PROVINCIA APPROVA I BILANCI
SENZA IL VOTO DELLE MINORANZE.
SI PARLA ANCHE DI LRH E STUDENTI

consiglio provinciale annone (4)ANNONE BRIANZA – Molti i temi discussi questo sabato mattina durante il consiglio provinciale riunitosi a Villa Cabella nel Comune di Annone Brianza. Il presidente Flavio Polano apre la seduta e ribadisce la necessità della presenza provinciale sul territorio in ricordo di quanto avvenuto al cavalcavia.

Con il question time viene stato posto il tema dello sversamento di liquami a valle del depuratore del Toffo, nel comune di Calco. “Non è fuoriuscito materiale inquinante – rassicura il consigliere Crippa – come comunicato da Lario Reti Holding è stato necessario il fermo impianto del depuratore, con conseguente scarico dalle ore 8 del mattino del depuratore di Brivio”. La situazione è ormai tornata alla normalità, ma sarà verificata la presenza di danno ambientale e il consigliere Crippa assicura la disponibilità degli uffici provinciali per un sopralluogo congiunto.

Si è fatta menzione, inoltre, della forte carenza di lavarelli nel lago: il consigliere Crippa ribadisce la necessità di uno studio ittico, di cui il primo criterio guida sia l’ecosostenibilità. In merito alla salvaguardia del lago è intervenuto anche Polano: “Si stanno evidenziando una serie di problemi a causa del clima che a causa delle estrazioni di acqua, come la carenza di lavarelli o i crolli di muri di contenimento che rimangono allo scoperto per la diminuzione dell’altezza del lago”.

ciclabile abbadia 3Durante il question time il consigliere Mauro Galbusera ha parlato della ciclopista Abbadia-Lecco. “Durante l’ultimo tavolo tecnico avvenuto il 19 febbraio tra i rappresentanti di Anas e dei comuni di Abbadia e Lecco, abbiamo ricevuto la conferma da parte di Anas del primo appalto per il tratto tra Lecco e Orsa”. La tempistica è di 120 giorni a far data dalla consegna dei lavori. “L’opera verrà iniziata quanto prima – assicura Galbusera – e la procedura si svolgerà in due tratti: ricognizione geologica e progettazione”.

consiglio provinciale annone ORIZEntrando nel vivo dell’ordine del giorno, il consiglio provinciale ha discusso l’approvazione del documento unico di programmazione 2018-2020, approvato con cinque astenuti e sei favorevoli e del bilancio di previsione 2018-2020, ugualmente approvato. Si tratta di un bilancio di sopravvivenza a detta di tutti, motivo per cui i gruppi di centrodestra si sono astenuti dal votare, per dare un segnale agli organi sovraprovinciali e rimarcare quindi la situazione di peggioramento delle province.

Si passa poi all’approvazione di un protocollo strategico per la strutturazione di un’unica stazione appaltante con carattere di area vasta tra le province di Monza Brianza e Lecco, approvata all’unanimità. Si tratta di una proposta di collaborazione strutturata tra le province e l’obiettivo di questa sperimentazione semestrale è un accrescimento professionale che non prevede un supporto per la gestione, che rimane appannaggio delle singole province.

Ha ricevuto l’approvazione unanime anche l’accordo stipulato con il Politecnico: l’università ha apportato delle lievi modifiche formali al testo approvato lo scorso 5 aprile che prevede interventi per contribuire alla formazione degli studenti, con la realizzazione di studi per valorizzare i beni culturali, la pianificazione del territorio, la protezione civile e la difesa da rischi naturali.

03_premana_depuratore_progettoSegue l’intervento del consigliere Crippa in merito al bilancio di esercizio 2017 dell’azienda speciale provinciale per la regolazione e il controllo del servizio idrico integrato “ufficio d’ambito di Lecco”, approvato dal Cda in data 18 aprile e a cui il consiglio provinciale dà il via libera con cinque astenuti e sei favorevoli. “Il bilancio è stato approvato nella seduta del Cda del 18 aprile 2018”, interviene Crippa. È presente in sala anche il presidente Ato, che risponde alla domanda del consigliere Pasquini in merito agli interventi che l’autorità ha in programma nel prossimo triennio. “Tra gli interventi che il gestore Lario Reti Holding realizzerà, c’è in programma anche la risoluzione delle sanzioni riguardante il Comune di Premana, su cui interverremo appena risolto il problema di Toffo”. Sono state infatti esaurite tutte le sanzioni europee, a parte l’area premanese: si pone il problema dell’adeguamento dell’impianto depuratore che coinvolge anche Pagnona, per il quale verrà indetto un appalto l’anno prossimo.

Ritornando alla questione della salvaguardia delle reti idriche, il consigliere Simonetti segnala lo sversamento avvenuto a Ballabio che ha causato la presenza di schiuma nel Caldone. Ato si dice disposta a interloquire con Lario reti Holding, anche se non ha competenza sanzionatoria sul gestore.

CFPA CASARGO NEW 2015La seduta si conclude con l’approvazione del bilancio consuntivo dell’esercizio finanziario 2017 di Apaf. Come nota il consigliere Mondini “il bilancio è in pari, anzi, sono stati avanzati 12.900 euro destinati a migliorare le attrezzature per il tempo libero degli alunni residenti in convitto”. Inoltre, nota la consigliera, i contest e i catering attivati quest’anno hanno dato risultati estremamente positivi e il direttore Cimino ha comunicato i risultati delle prime simulazioni delle prove di maturità, che si sono concluse con buoni successi da parte degli studenti. Proprio a riguardo delle attività svolte dall’Istituto, interviene il consigliere Micheli: “Non abbiamo mai mancato di sottolineare il ruolo positivo svolto dal punto di vista formativo e che sicuramente dà risalto alla provincia, ma ci sono degli aspetti migliorabili”. Il riferimento è relativo alla situazione di disagio vissuta da alcuni esercizi del territorio dovuta alle attività di Apaf. “Auspichiamo che queste problematiche non insorgano in futuro e pur riconoscendo l’attività svolta, ci asterremo dalla votazione del bilancio, per dare un segnale di attesa di migliorie future”.

L.L.

 

Pubblicato in: politica, Annone, Città, Hinterland, Ballabio, Valsassina, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati