0

LA FINESTRA/”LOLITA”,
IL PARADOSSO DEL LIBERALISMO
E “CASABLANCA” DI CURTIZ

Come ogni domenica, anche oggi dedichiamo uno spazio all’interno del nostro giornale alla cultura, segnalando ai lettori gli articoli più interessanti della nostra pagina culturale, Il fascino degli intellettuali.

“Lolita”, quando la perversione diventa un fenomeno mondiale

lolita

Nell’affrontare letture del calibro di Lolita di Vladimir Nabokov, sorge la tendenza a lasciarsi sviare nell’impresa da commenti poco rassicuranti, da critiche violente che si scagliano sulla scabrosità di un tema ai limiti della perversione. Ebbene se l’arte avesse il compito di trasmettere una morale da filastrocca con un trionfante «e vissero felici e contenti», sicuramente Lolita si discosterebbe dalla consueta definizione di arte. Fortunatamente l’etica artistica è votata interamente ad un fine estetico che prevarica le insulse limitazioni morali lasciando libero sfogo alla creatività.

Continua a leggere

 

Troppo liberalismo, poca libertà: la fine del progressismo

liberalism_rit

Mancanza di libertà per eccesso di liberalismo: sembra un paradosso, ma non lo è. La ragione sta nella complessità del significato della “libertà”: una parola capace di descrivere molteplici e diversi aspetti della vita umana e sociale, un valore che le varie culture politiche hanno declinato in modi differenti. Che cos’è la libertà? Bella domanda. Ognuno, almeno una volta nella vita, se l’è posta.

Continua a leggere

 

Avremo sempre Casablanca

Image: FILE PHOTO: 70 Years Since The Casablanca World Premiere Casablanca

«Due cliché ci fanno ridere. Cento cliché ci commuovono. Perché si avverte oscuramente che i cliché stanno parlando fra loro e celebrano una festa di ritrovamento»Umberto Eco scrisse queste parole in un suo saggio, pubblicato poi nella raccolta Dalla periferia dell’impero (1977). Riguardavano uno dei film americani più amati: Casablanca. Pochi giorni prima che Eco ne scrivesse, la celebre pellicola era stata trasmessa in televisione e aveva riscosso uno straordinario successo. Oggi, a 74 anni dal suo approdo sui grandi schermi americani (26 novembre 1942) e a 70 dall’arrivo su quelli italiani (4 ottobre 1946), Casablanca continua ad essere un grande classico, un irrinunciabile must per qualsiasi cinefilo.

Continua a leggere

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, La Finestra, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati