0

LA FINESTRA/IL BORGO DI CAMPO,
YEATS E IL FOLKLORE IRLANDESE
E L’EROTISMO INQUIETO DI FÜSSLI

Come ogni domenica, anche oggi dedichiamo uno spazio all’interno del nostro giornale alla cultura, segnalando ai lettori gli articoli più interessanti della nostra pagina culturale, Il fascino degli intellettuali.

CAMPO: BORGO FANTASMA APPESO SUL LAGO DI GARDA

campo-brenzone

Sopra Marniga è rimasto un pugno di case a guardarsi negli occhi. Campo di Brenzoneè il così noto borgo fantasma sulla sponda veronese del lago di Garda. È sdraiato alle pendici del Monte Baldo, a circa 200 metri di altitudine, e si può raggiungere solo attaccando la strada di buona gamba. Non c’è altro che una mulattiera a scivolare verso la città, e a risalire in alto, dissestata, e percorribile solo dalle fameliche 4×4, che divorano qualsiasi terreno.

Leggi tutto

 

WILLIAM BUTLER YEATS, IL POETA DELL’IRLANDA E DEL SUO FOLKLORE

william-butler-yeats-1451794_banner

Nato nella County Dublin nel 1865, William Butler Yeats dimostra fin da giovane una propensione per le arti, cui è iniziato dal padre John Butler Yeats, pittore: nell’atelier paterno il futuro Nobel ha modo di conoscere intellettuali di varia sorta, da Dublino a Londra, dove la famiglia si trasferisce. Le origini anglo-irlandesi e quindi protestanti del padre e quelle celtiche della madre creano un contrasto nella sua interiorità, che si risolve durante gli studi nella capitale britannica.

Leggi tutto

 

L’EROTISMO INQUIETO DI JOHANN HEINRICH FÜSSLI

fussli

L’arte non ha nulla a che vedere con la morale. È questo l’imperativo categorico di Johann Heinrich Füssli che, dopo aver compiuto studi ecclesiastici volti a condurlo a un’esistenza morigerata, si trasferì appena ventinovenne nell’Urbe dove, stando alle biografie, condusse vita da libertino. Era il 1770 e Roma era il paradiso della voluttà e del peccato.

Leggi tutto

 

 

Pubblicato in: Cultura, La Finestra, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati