ISTITUTI AIROLDI & MUZZI:
INSEDIATO IL NUOVO CDA

FERRAGOSTO AIROLDI MUZZI 2LECCO – Insediato il nuovo Consiglio di amministrazione degli Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi Onlus di Lecco. In base al nuovo statuto, a farne parte sono stati chiamati: Rosaria Bonacina e Mario Galli, nominati dal Comune di Lecco; Giuseppe Canali e Alfredo Vassena, nominati dalla Associazione Amici e Sostenitori degli Istituti; Emilio Amigoni e Fernanda Castellani, nominati dal Comitato composto dal Vicario Episcopale, dalla Camera di Commercio di Lecco, dalla Fondazione Comunitaria del Lecchese e dalla Fondazione Frassoni.

Il nuovo Consiglio di amministrazione ha proceduto alla nomina del presidente, incarico a cui è stato confermato Giuseppe Canali, e del vicepresidente, a cui è stata confermata Rosaria Bonacina. La seduta è stata anche l’occasione per un ringraziamento ai consiglieri uscenti Carlo Invernizzi e Giuditta Berera, che con la seduta del 13 marzo scorso hanno concluso il loro mandato, e per una presentazione complessiva del lavoro svolto dal Consiglio di amministrazione nel corso del quadriennio precedente.

“Sono stati quattro anni intensi, durante i quali il Consiglio ha lavorato in stretta collaborazione e totale sintonia con il direttore generale, il direttore sanitario e tutto il personale, con l’obiettivo di consolidare gli Istituti e il loro ruolo nel tessuto sociale della comunità lecchese – ha sottolineato Canali -. Il focus del nostro impegno è stato quello di rafforzare ulteriormente il ruolo degli Istituti quale riferimento autorevole per la presa in carico complessiva delle persone con fragilità e per la soddisfazione dei loro bisogni, con l’obiettivo di offrir loro una migliore qualità della vita. Coerentemente a questo obiettivo abbiamo investito sia nel potenziamento e nella qualificazione continua delle risorse umane che operano nei nostri Istituti, sia nell’ammodernamento e nel miglioramento degli ambienti e degli spazi a disposizione degli ospiti e delle strutture residenziali, sia nella messa a punto di procedure organizzative e gestionali capaci di agevolare, arricchire e rendere più serena la relazione con i familiari”.

“La valorizzazione del ruolo degli Istituti riuniti Airoldi e Muzzi Onlus – ha continuato Canali – si è tradotta anche in un’intensa attività di comunicazione con i diversi stakeholer, condotta sia attraverso lo sviluppo di relazioni istituzionali con i soggetti vivi della comunità locale, sia creando un flusso di informazione e dialogo con l’utilizzo delle più moderne tecnologie. Un’ulteriore importante direzione di impegno è stata quella in ambito economico-finanziario, dove il Consiglio di amministrazione ha operato per riequilibrare la situazione di esposizione con il sistema bancario e recuperare risorse per gli investimenti”.

 

Pubblicato in: Sanità, Città, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati