0

‘INTIMIDAZIONI E PREPOTENZA’:
A PESCATE DIMISSIONI IN MASSA
DELL’INTERA MINORANZA

pescate consiglio de capitani 5PESCATE - A malincuore ci vediamo costretti ad abbandonare l’incarico della minoranza rivestito in Consiglio Comunale in quanto il clima che ultimamente si è instaurato in questa amministrazione non ci permette di esprimere liberamente, democraticamente e pacatamente le nostre opinioni sulla gestione del nostro Comune.

L’esperienza più che ventennale di alcuni di noi ci spinge a dare la giusta valutazione circa le situazioni che sono avvenute e che si stanno creando.
Se per esempio esprimere un parere ed una valutazione su scelte fatte dalla maggioranza comporta ricevere lettere di legali inerenti un presunto reato di diffamazione nei confronti di un componente di maggioranza senza avere un dibattito politico nel merito, come di logica, ci è di fatto preclusa la libertà di opinione politica da parte del gruppo “Pescate per le Libertà”.

Oltretutto ci teniamo a precisare che nel nostro articolo apparso sul notiziario locale di dicembre 2016 non veniva citato espressamente nessun nominativo.
Inoltre, come accaduto al nostro giovane consigliere, il quale ha chiesto per iscritto chiarimenti in merito ad un verbale della Commissione consiliare “Pubblica Istruzione, Cultura, Sport e tempo libero, Servizi Socio – Assistenziali”, della quale fa parte, ricevere una mail intimidatoria e minacciosa, da parte del capogruppo di maggioranza in qualità di presidente della commissione stessa.

pescate consiglio de capitani 4Questi ultimi due, a nostro avviso, gravissimi episodi si sommano ad un lungo periodo di mancanza di rispetto, di arroganza e di prepotenza nei nostri confronti da parte di tutta la maggioranza, peggiorato in particolar modo in questo secondo mandato, forse colpevoli solo di avere una visione politica diversa dalla loro, e ci meravigliamo che il Sindaco, per il ruolo che ricopre, non abbia gestito le cose in modo più civile e democratico, nonostante il loro gruppo si chiami “Pescate per le Libertà”.

Ci spiace per gli elettori che ci hanno dato fiducia con il loro voto, ma siamo certi che capiranno le ragioni che ci spingono a questo doloroso passo ma siamo certi che capiranno anche che in questo contesto non si può fare una minoranza costruttiva e propositiva, ma soprattutto serena.

Tutto il gruppo “Insieme per Pescate” condivide questo comunicato stampa e tutti i componenti anticipano sin d’ora che nessuno di loro accetterà il subentro ai dimissionari.

Chiudiamo nel dire che il nostro atto non è un atto di codardia ma bensì un atto di coraggio e un segnale forte che speriamo porti i nostri concittadini a riflettere sul futuro della democrazia nel nostro Comune.

Enrico Valsecchi
Claudio Oddo
Massimo Conti

 

 

Pubblicato in: Hinterland, News, Pescate, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati