INTERCETTATA UN’AUTO RUBATA,
GLI OCCUPANTI FUGGITI
DOPO AVER CREATO IL CAOS

CARABINIERI POSTO DI BLOCCOOGGIONO – Ancora un inseguimento nelle vie della provincia da parte dei Carabinieri, conseguenza dell’incessante sforzo che l’Arma sta sviluppando sul territorio per garantire la massima proiezione esterna, volta a prevenire e contrastare il fenomeno dei reati predatori.

Verso le 19.00 circa di ieri i Carabinieri della Compagnia di Merate, impegnati in una mirata attività di servizio nella Brianza lecchese, hanno incrociato ancora una volta un’auto sospetta, a bordo della quale viaggiavano tre persone. I militari della Stazione di Oggiono e del Nucleo Operativo stavano perlustrando l’abitato di Oggiono quando hanno intercettato, in quella via Vignola, l’auto in questione, una Audi A6 nera risultata rubata a Montegrosso d’Asti lo scorso 21 febbraio. Gli occupanti dell’auto, alla vista dei Carabinieri, sono quindi scappati ad alta velocità, immettendosi sulla via per Dolzago senza rispettare la precedenza, andando a collidere così con una Renault Scenic ed una Smart che stavano transitando. L’auto dei fuggitivi è andata quindi a sbattere contro un muretto posto sulla corsia opposta ed i malviventi a quel punto si sono dati alla fuga nei campi, separandosi. L’intera area è stata subito battuta dai militari, anche con l’ausilio di unità cinofile del Nucleo CC. di Casatenovo, senza però riuscire purtroppo ad individuare i delinquenti.

Sull’auto rubata i carabinieri hanno rinvenuto e recuperato alcuni monili d’oro ed altri oggetti di apparente provenienza furtiva, unitamente ad alcuni arnesi atti allo scasso.

Si tratta, come detto, dell’ennesimo intervento del genere nelle ultime settimane da parte dei carabinieri, che in più riprese hanno recuperato diversa refurtiva. Con quella di ieri sera sono ben quattro le auto intercettate sul territorio dagli uomini dell’Arma solo nelle ultime due settimane. In tutti gli episodi menzionati sono stati rinvenuti numerosi attrezzi da scasso e recuperate tutte le auto rubate, ma soprattutto sono stati ritrovati numerosi oggetti provento di furto, da monili d’oro a televisori, per i quali i carabinieri stanno svolgendo i necessari accertamenti onde poterli restituire ai legittimi proprietari. Tre invece le persone sinora denunciate all’A.G., tutte di cittadinanza italiana. 

 

 

 

Pubblicato in: Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati