INCREDIBILE AL “MANZONI”:
CLOCHARD IN SALA OPERATORIA
LASCIA ANCHE UN RICORDINO

LECCO – La sala operatoria dell’ospedale Alessandro Manzoni di Lecco è stata scelta da un clochard come rifugio per trascorrere la notte. Inevitabili le conseguenze sulla pianificazione degli interventi chirurgici, essendo necessaria una completa disinfezione del locale che dev’essere – per il bene di chi viene operato – totalmente sterile. A rendere ancora più necessaria la pulizia sono state le deiezioni del senzatetto che ha fatto del suo ricovero notturno anche una latrina.

L’evento risale alla settimana scorsa. “Il clochard, un 38enne con diversi problemi, è stato poi denunciato – come riporta Il Giorno – con le accuse di imbrattamento, danneggiamento e interruzione di pubblico servizio”.

Dopo essere passato dal reparto di Pronto Soccorso del nosocomio lecchese, l’uomo si sarebbe intrufolato tramite l’ascensore riservato al personale in una delle sale operatorie, la cui porta sarebbe rimasta aperta per via di un’estrazione d’organi in corso.

 

Pubblicato in: Sanità, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati