0

INCONTRI DI STORIE E MUSICA
AL “DE ANDRÉ” DI MANDELLO
CON IL FESTIVAL IMMAGIMONDO

immagimondo 2016MANDELLO DEL LARIO – Il 22 ottobre alle 21 al Teatro Fabrizio De Andrè a Mandello del Lario lo spettacolo Mani Forti, realizzato da Alaa Arhseed con l’Adovabadan Jazz Band, all’interno di Immagimondo – Festival dei Viaggi, luoghi e culture.

Alaa Arsheed è un violinista siriano; è arrivato come altri centomila con solo i suoi vestiti addosso e un cellulare che si è rotto durante il viaggio. Aveva anche con sé il suo violino, l’unica cosa che ha sottratto alla furia della guerra, quando è scappato dalla Siria, per rifugiarsi a Beirut e poi arrivare in Italia. Il suo primo album si intitola Sham, il nome antico in lingua aramaica di Damasco, l’odierna capitale del suo paese, la Siria. Un viaggio in otto canzoni attraverso la storia del musicista, un percorso che lo ha portato dalla sua terra natale a Beirut e finalmente in Italia, grazie all’incontro con Alessandro Gasmann, avvenuto a Beirut, attraverso l’Unhcr, che ha girato un corto su di lui e che poi l’ha fatto invitare a Treviso, da Fabrica, centro di ricerca che offre borse di studio a persone da tutto il mondo.

Durante le sessioni di registrazione di Sham, il violinista siriano Alaa Arhseed incontra l’Adovabadan Jazz Band, una solida e storica formazione che divulga hot jazz e swing in tutta Italia. La Band, nei mesi, arrangia il repertorio di Alaa per crearne una versione dal vivo prettamente acustica, dove pennellate pastello di banjo creano lo sfondo alle calde melodie del violino di Alaa in dialogo con il clarinetto mentre la chitarra disegna arabeschi e una solida sezione ritmica si fa carico di incorniciare questo suggestivo viaggio nel Mediterraneo.

immagimondo-jazz

Più recente invece è l’incontro con Endi Primo MC, scrittore e raffinato cantante hip hop, che sentendo la storia di Alaa e il suo sogno di riaprire la galleria Alpha in Italia, scrive di getto delle canzoni narranti le avventure del nostro violinista e delle sue mani forti. Adovabadan diventa così l’ambiente ideale dove praticare il dialogo, lo scambio, e la ricerca di bellezza di sei musicisti ed Alaa Arsheed. Il lavoro discografico di Alaa Arheed con Adovabadan Jazz Band ed Endi Primo MC è previsto in uscita a settembre 2016. Alcuni uomini si sono incontrati nei loro percorsi artistici e di vita, attraverso la musica dell’Adovabadàn Jazz Band, con le parole di Endi ripercorrono uno spaccato di vita di Alaa, violinista siriano, in un dipinto sonoro tra realtà e fantasia, tra guerra e pace, tra integrazione ed isolamento, tra l’amore e l’odio. E’ possibile acquistare i biglietti a questo link.

 

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Immagimondo, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati