INCHIESTA DI MILENA GABANELLI
SUI PONTI CHE CROLLANO.
L’ESEMPIO È QUELLO DI ANNONE

gabanelli annone corriereANNONE BRIANZA – “I microchip per monitorare le oscillazioni li avete, usateli! Se nel 2016 lo avessero fatto, il ponte di Annone non sarebbe crollato”. Questa la conclusione dell’ultimo  Dataroom firmato da Milena Gabanelli e Rita Querzè su Corriere.TV.

L’inchiesta parla di costo del carburante, ore di guida per i camionisti, e sicurezza dei cavalcavia, manufatti circondati dalla nebbia quando si parla di responsabilità. L’esempio che la giornalista propone ai lettori del Corriere della Sera è non a caso incentrato sull’episodio di Annone

> CONTINUA A LEGGERE…

 

Pubblicato in: Civate, Viabilità, Annone, Città, Hinterland, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati