INAUGURATE DUE PERMANENTI
DI PITTURA E FOTOGRAFIA
AL PALAZZO DELLE PAURE

LECCO – Presentati i nuovi allestimenti permanentiTavola della Galleria di Arte Contemporanea a Palazzo delle Paure, che saranno ufficialmente aperti al pubblico giovedì 19 alle ore 21.00. Un bel risultato che secondo l’assessore alla Cultura Michele Tavola è solo una nuova tappa di un percorso iniziato nel 2012 con l’apertura della sede espositiva: «Non è vero che gli artisti e i lecchesi non sono generosi: io per primo non donerei nulla ad un museo che vende le opere o le fa ‘marcire’ in un deposito.» Rischio scampato grazie all’apertura di alcune sale, prima adibite a magazzino, che ospiteranno le donazioni raccolte nel corso degli anni.

Il merito, per quanto riguarda la collezione di pittura contemporanea, va soprattutto a Tino Stefanoni, artista lecchese che, dagli anni ’90 con l’iniziativa “Lecco Città per l’Arte”, ha iniziato a raccogliere opere importanti, tra cui spicca un Castellani assicurato per 700mila euro: «Chiedevo agli industriali, alla ‘gente che produce’, un gettone di 5 milioni di lire, una sorta di ‘rimborso spese’ per gli artisti che avessero voluto donare una delle loro opere alla città»
IMG_4780Così sono stati raccolti i lavori di Getulio Alviani, Giuliano Collina, Umberto Mariani e Valentino Vago. Tra le opere di pittura contemporanea compare anche la preziosa “Ballata degli impiccati” di Tino Vaglieri, donata dalla Fondazione De Micheli, nata per ricordare la memoria del critico d’arte Mario De Micheli.

Il terzo importante blocco di donazioni è legato invece alla fotografia contemporanea: gli scatti, raccolti dal fotografo e artista Luigi Erba, sono talmente numerosi da richiedere un’esposizione a rotazione: «E’ un punto di partenza che affonda le sue radici nelle mostre fatte, come Fotoclub, negli anni’80 alla Biblioteca. E’ però anche un bel traguardo: non sono molte le strutture stabili che danno spazio alla fotografia contemporanea » ha spiegato quest’ultimo. La sala ospita dunque opere di Enrico Cattaneo, Ferdinando Scianna, Francesco Radino, Franco Donaggio, Franco Fontana, Giancarlo Maiocchi, Gianni Berengo, Gardin Giovanni, Gastel, Luigi Erba, Maurizio Galimberti, Pio Tarantini e Cesare Colombo.

Palazzo PaureQuest’ultimo, che ha avuto parte in alcune importanti donazioni, è intervenuto spiegando come si tratti ormai di ‘foto storiche’: «Nell’arte contemporanea cadono le rigide classificazioni di pittura e scultura e trova posto anche la fotografia. Si tratta però di foto che danno, a distanza di anni, un messaggio visivo diverso rispetto a quello del momento in cui sono state scattate.»

Fra gli intervenuti anche Danilo Francesco Guerini Rocco in rappresentanza del Lions Club Lecco e Università per adulti e terza età che hanno contribuito all’allestimento coprendo parte dei costi: «Da diversi anni collaboriamo nel settore della Cultura per la città, con il 2017 la nostra Fondazione compirà cento anni e vorremmo faremo qualcosa di importante per Lecco.» Nello stesso anno,  l’assessore vorrebbe festeggiare gli ottanta anni di Tino Stefanoni: «Lecco dovrebbe tributargli un grande omaggio, al di là che venga mantenuta o meno l’attuale amministrazione: a questo proposito colgo l’occasione per ringraziare la squadra che mi ha supportato in questi cinque anni, tra cui Giovanna Esposito, direttore del settore Educazione, cultura e sport del Comune di Lecco e Barbara Cattaneo, Direttore del Polo Museale di Villa Manzoni e Spazi espositivi temporanei.» ha infatti concluso Tavola.

Chiara Vassena

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati