IN VISITA AD AUSCHWITZ
COL CONSORZIO VILLA GREPPI
DAL 9 AL 12 GIUGNO

auschwitzMONTICELLO – Un viaggio di studio e memoria al sistema di campi di sterminio in assoluto più noto, il più grande realizzato dal Terzo Reich, luogo in cui persero la vita oltre un milione di persone. Per l’edizione 2018 dei Percorsi nella memoria – rassegna promossa dal Consorzio Brianteo Villa Greppi e in programma in Brianza dal 20 gennaio all’8 febbraio – il viaggio di studio e memoria ha come destinazione Auschwitz, Birkenau e Monowitz, tre parti del grande complesso concentrazionario sorto in Polonia, nei pressi della cittadina di Oswiecim.

Un tour in programma dal 9 al 12 giugno 2018, come sempre voluto dal Consorzio per offrire l’opportunità di vedere con i propri occhi i luoghi simbolo della deportazione e dello sterminio e che quest’anno aggiungerà all’itinerario anche la visita guidata alla splendida città di Cracovia, dalla fine degli anni Settanta patrimonio UNESCO.

Ideato dal Consorzio Villa Greppi e organizzato da Sandy Bay Viaggi di Montevecchia, il viaggio si aprirà con una prima visita proprio alla città polacca: un tour che avrà come iniziale destinazione Kazimierz, storico quartiere cittadino che sino alla Shoah è stato centro della comunità ebraica. Oggi zona vivace e ricca di locali e ristoranti, Kazimierz cela tra i suoi vicoli la storia di un intero popolo sterminato. Poi, il giorno seguente, la visita al campo di Auschwitz e alla mostra The Labyrinths, esposizione di oltre 300 fra disegni e istallazioni del deportato polacco Marian Kolodziej. Il terzo giorno sarà la volta del Lager di sterminio di Birkenau e del memoriale di Monowitz, quest’ultimo campo di lavoro in cui transitarono oltre 35.000 deportati, fra cui lo scrittore italiano Primo Levi. Infine, per il quarto giorno di viaggio, la visita alla Città Vecchia di Cracovia, con la grande Piazza del Mercato e il castello reale posto sulla collina del Wawel.

Iscrizioni entro il 20 gennaio 2018: Sandy Bay Viaggi di Montevecchia (tel. 0399286025).

Pubblicato in: Cultura, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati