IN STRADA STOP, LOOK, WAVE:
350 BAMBINI DELLE PRIMARIE
PER IMPARARE DIVERTENDOSI

LECCO – Tre semplici parole per riassumere le regole che tutti noi dovremmo sempre ricordare ogni volta che calpestiamo le strisce dell’attraversamento pedonale: “Stop, look, wave” ovvero fermati, guarda e saluta. Questo è il motto dell’iniziativa nell’area mercato La Piccola di Lecco, organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con UNASCA (unione nazionale autoscuole e studi di consulenza automobilistica), l’associazione Ragazzi on the Road e numerose realtà associative del territorio.

Più di 350 bambini delle classi III, IV e V delle scuole primarie di Lecco hanno sperimentato da protagonisti un percorso didattico volto a favorire l’educazione e la sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale e l’incontro tra gli studenti e le forze dell’ordine. L’obiettivo è di focalizzare l’attenzione su semplici regole di comportamento e responsabilità civica che devono essere condivise da pedone e conducente per stabilire un contatto visivo in prossimità dell’attraversamento pedonale e garantire l’incolumità e la sicurezza di entrambi. I bambini presenti, che hanno risposto con grande entusiasmo e partecipazione all’iniziativa, hanno avuto la possibilità di salire sui veicoli messi a disposizione dalle forze dell’ordine e di interagire con i rappresentanti delle diverse realtà che operano sul territorio per garantire la sicurezza e il rispetto del codice della strada.

La Polizia dello Stato, la Polizia locale e i carabinieri hanno riscosso grande successo con le loro motociclette e autovetture, ma erano presenti anche gli autobus del trasporto pubblico cittadino, La Croce Rossa, le cooperative che organizzano il Piedibus a Lecco, i nonni di Auser che aiutano i bambini ad attraversare la strada davanti alle scuole e due automotrici messe a disposizione dagli sponsor.

Tra i partecipanti anche una classe quinta dell’Istituto Fiocchi che ha collaborato con lo staff di Ragazzi on the Road, associazione che offre ai giovani over 18 la possibilità di comprendere meglio e partecipare attivamente al lavoro svolto dalle forze dell’ordine. In questi giorni lo stesso progetto viene riproposto dall’associazione in tutta Italia (giovedì erano coinvolte in contemporanea le città di Lecco e Torre del Greco) con l’obiettivo di creare una sinergia tra i giovani e le autorità per promuovere la cultura della sicurezza e della responsabilità sulle strade. Il punto di partenza è che l’educazione stradale comincia da piccoli e che le autorità che operano ogni giorno sulle nostre strade per garantire l’incolumità dei cittadini non devono essere percepite come distanti, soprattutto dai più giovani, ma come alleati e compagni di squadra.

“È importante chiederci cosa possiamo fare noi in prima persona per aiutare gli altri come cittadini, oltre a cosa possono fare le istituzioni per noi” è stato il saluto finale dell’assessore all’Istruzione di Lecco Salvatore Rizzolino, che ha ringraziato tutti gli studenti per l’interesse e la disciplina dimostrati. “Ecco perché l’amministrazione e le altre realtà presenti lanciano a voi giovani questa sfida, diventare protagonisti nella società per costruire una cultura collettiva della sicurezza, della legalità e dei piccoli riti condivisi necessari per salvaguardare la salute, il benessere e l’integrità di tutti”.

Fabio Ripamonti

 

Pubblicato in: Cultura, Giovani, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati