IN COMUNE UNA NUOVA GIUNTA,
PAROLARI CHIEDE AI DEM
UNA MOZIONE DI FIDUCIA.
“O DEVE FARLO LA LEGA?”

LECCO – Dopo le parole da consumato inabile politico qual è il segretario del Partito democratico Fornoni, che su un atto importante come la revoca e contestuale rinomina dell’organo esecutivo, la Giunta cittadina, esclama: “Questa è una operazione tardiva e la paternità appartiene al Sindaco di Lecco che se ne assume la Responsabilità”, parole che palesano il disconoscimento politico del nuovo esecutivo e di fiducia nei confronti del primo cittadino, è ovvio che il resto del mondo si chieda da chi e cosa siamo Governati?

Riteniamo obbligo politico, ma anche democraticamente formale, nei confronti della città da parte dei consiglieri eletti e oggi ascritti al Comune di Lecco nel gruppo del Partito democratico sottoporre al consiglio una mozione di fiducia nei confronti del Sindaco e della Giunta.

Con la legge 81/’93 il Sindaco nomina la giunta, l’esecutivo ha gran parte dei poteri operativi…
il consiglio ha il diritto e dovere di indirizzo, controllo politico amministrativo…
Il gruppo consiliare del PD ora deve ribadire pubblicamente il riconoscimento politico della Giunta anche in dissenso agli organi di Partito.

È ovvio che se il gruppo del PD non presentasse questa mozione, ci penseremmo Noi come Lega e altri gruppo di opposizione, questo per chiarezza e dignità politica dell’amministrazione e di chi la rappresenta.

Lega Lombarda Lega Salvini
Provincia di Lecco
commissario Provinciale
Stefano Parolari

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati