“IMPARIAMO DAGLI ERRORI”
GLI INFORTUNI SUL LAVORO
RACCONTATI CON LE IMMAGINI

infortuni sul lavoro campagna Ats copLECCO – Da decenni questa ATS (ex ASL) è impegnata sia nell’attuazione del Piano Controlli ma anche nella realizzazione di numerosi piani mirati di prevenzione e, nello specifico, indagando le dinamiche dei gravi infortuni sul lavoro, crede che il “sapere” che viene da queste indagini deve diventare “linfa” per la prevenzione nel territorio. Perché è necessario valorizzare le conoscenze acquisite in centinaia di inchieste infortuni per informare i datori di lavoro ed i loro sistemi di prevenzione aziendali delle dinamiche e delle cause degli infortuni più significativi e/o ricorrenti e di illustrare le misure di prevenzione necessarie per evitarli.

infortuni sul lavoro campagna Ats esempioPer questo l’ATS della Brianza ha deciso di attivare la campagna informativa “Impariamo dagli errori” raccontando sul sito web aziendale, a fini preventivi e nel completo rispetto della privacy, alcune dinamiche infortunistiche di casi veri indagati, con la speranza che l’informazione su questi eventi contribuisca a ridurre la possibilità del ripetersi ancora, nei nostri territori, di infortuni con le stesse dinamiche. Questa campagna informativa è svolta in collaborazione con Inail Monza.

“Nella Campagna informativa “Impariamo dagli errori” – spiega il dottor Canesi – si è scelto di semplificare il linguaggio e sono state introdotte le immagini per renderlo più comprensibile ai non addetti ai lavori, specie ai datori di lavoro delle Pmi che sono la quota di gran lunga più rilevante dei nostri territori”. In seguito saranno anche trattati i “near miss” (gli incidenti senza danni alle persone), specie se si otterrà la collaborazione nel Progetto delle Aziende e delle loro Associazioni.

infortuni sul lavoro campagna Ats

“Auspichiamo una collaborazione con le aziende ed associazioni del territorio – conclude il direttore sanitario Silvano Lopez – che potrebbe essere articolata su temi come la promozione di “Impariamo dagli errori”, con iniziative di divulgazione dell’iniziativa ai portatori di interesse del territorio, la realizzazione di ulteriori schede di infortunio e anche dei “near miss”, la realizzazione congiunta di corsi tematici gratuiti agli Rspp della Provincia e di seminari tematici per comparto o per rischio”.

 

 

Pubblicato in: lavoro, Sanità, Città, Hinterland, Valsassina, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati