IL RAGNO STEFANO CARNATI
CONQUISTA “BIOGRAPHIE”.
SUL 9a+ SOLO ALTRI SEDICI

LECCO – Il giovane Ragno Stefano Carnati è riuscito a concatenare tutti i 60 movimenti di “Biographie”, la mitica via sulla parete di Céüse, in Francia, simbolo del grado 9a+.

Il ventenne Stefano Carnati è uno dei più talentuosi scalatori della nuova generazione dei Ragni di Lecco. Residente a Erba, Stefano si può realmente definire figlio d’arte visto che il padre, Adriano Carnati (“Franz” per il popolo degli arrampicatori) veste anche lui il maglione rosso ed è stato uno dei protagonisti dell’evoluzione dell’arrampicata nel territorio lecchese.

Lo scorso venerdì il giovane Ragno è diventato il 17esimo scalatore al mondo ad aver salito in arrampicata libera la difficilissima linea di “Biographie” sulla parete francese di Céüse. Immaginata e attrezzata nel 1996 dal compianto fuoriclasse dell’arrampicata e dell’alpinismo Jean Christophe Lafaille, “Biographie” ha dovuto attendere sino al 2001 per essere salita interamente in arrampicata libera, ovvero concatenando tutti i 60 movimenti dell’itinerario utilizzando solo gli appigli e gli appoggi offerti dalla roccia per progredire e senza mai appendersi ai chiodi per riposare.

Il primo a riuscire in questa impresa (tentata da tutti i più forti climber di quel periodo) fu l’americano Chris Sharma, che, dopo tre anni di tentativi, completò la libera della via assegnandole un grado di difficoltà pari a 9a+, il più elevato sino ad allora mai salito.

Le successive ripetizioni non fecero altro che confermare l’impegno della via, consacrando “Biographie” come un punto di svolta nell’evoluzione della difficoltà in arrampicata e trasformandola in un vero e proprio mito per gli arrampicatori degli anni a venire. Ancora oggi sono pochi al mondo gli scalatori in grado di affrontare con successo itinerari di questa difficoltà e sono solo 17 quelli che possono vantare la salita di Biographie: Stefano Carnati è uno di questi.

 

Pubblicato in: Montagna, Città, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati