IL MONDO LECCHESE AL FEMMINILE
POLITICHE E IMPRENDITRICI
PRESENTI ALLA SERATA ROTARY

IL MONDO LECCHESE AL FEMMINILE SERATA DONNE ROTARYLECCO – Diverse sono le donne che hanno reso la loro testimonianza di mogli, madri, figlie, impegnate nei vari settori di attività della nostra città, a suggello della sempre più significativa, capillare e pervasiva presenza femminile anche nella realtà lecchese.

Alla vice sindaco Francesca Bonacina il compito di aprire un incontro che si è rivelato dal piacevole impatto emotivo e di grande arricchimento reciproco. In qualità di assessore, con deleghe alle Politiche per lo sviluppo economico e turismo, alla Polizia locale e Protezione civile, alla Partecipazione e comunicazione, alle Pari opportunità, con passione e dedizione ha condiviso gli intenti istituzionali volti a promuovere le pari opportunità in modo trasversale alle diverse aree di intervento delle politiche comunali, il rispetto alla persona e alle differenze, azioni positive di contrasto e prevenzione alla violenza contro le donne e alle discriminazioni di sorta.

LORETTA LAZZARINI IMG_0780 2La presidente del Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Lecco, Loretta Lazzarini, ha valorizzato le imprenditrici lecchesi, capitale umano che, attraverso il lavoro e l’impresa, fanno la differenza, portando significative migliorie all’economia della città proprio grazie al loro agire al femminile. Da qui, l’impegno per rafforzare ancora di più il ruolo professionale delle donne nel nostro territorio.

La presidente Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Lecco, Mariangela Tentori, recentemente insediata alla presidenza di un Gruppo per il quale sta maturando nuove proposte, ha parlato della sua esperienza di imprenditrice dell’editoria, della sua sensibilità tutta al femminile nell’impegno profuso a dare valore al libro e alla lettura come mezzo per diffondere e promuovere la coscienza dell’identità culturale della nostra città e del nostro territorio.

Giovanna Picariello, presidente del Cna Lecco, nel suo rinnovato ruolo presidenziale, ha rimarcato quanto le imprese al femminile siano una realtà sempre in crescita sul nostro territorio, secondo i dati Cciaa. Cna del Lario e della Brianza conta circa 4.000 imprese, di cui ben 900 al femminile. Si tratta di piccole e medie imprese a carattere familiare la cui rappresentanza femminile è costituita da mogli e figlie. Interessante la denuncia di una persistente difficoltà di accesso al credito da parte di aziende al femminile che, evidentemente, per il nostro sistema creditizio non rappresentano una “sicurezza”. Ecco perché l’associazione, tramite il suo consorzio fidi, affianca e sostiene le imprese, anche start-up, per l’accesso al credito.

L’associazione “Orizzonti Montessori“, rappresentata da Virginia Bartoli e Dora Rita Busnelli, proponendo quelli che sono i principi ispiratori del metodo Montessori, dal rispetto della natura di ogni educando, alla garantita libertà di esplorare il mondo circostante, alla grande infusione di fiducia e valorizzazione dei talenti, ci ha aperto gli occhi sulle concrete opportunità offerte dal metodo stesso alla promozione del mondo al femminile. Educare a riconoscere le proprie potenzialità è il primo passo verso il rispetto delle potenzialità altrui e, quindi, verso il reciproco rispetto dei diritti inviolabili dell’essere umano, uomo o donna che sia.

LOREDANA RUSSO519+IMG_0829 2L’associazione musicale Lecco, Harmonia Gentium, nel promuovere, attraverso una sua rappresentante, Loredana Russo, la cultura musicale sinfonico-corale sacra e religiosa aperta alla componente esecutiva giovanile quale strumento di crescita e socializzazione, ci ha regalato la testimonianza di una giovane promessa della musica classica nella nostra città, il mezzosoprano Dyana Bovolo, che ha condiviso con noi la sua esperienza di donna artista a Lecco. Tanto amore, tanto coinvolgimento, in un mondo non privo di ostacoli, stante la poca diffusione della musica classica, affrontato con la determinazione propria delle donne.

La presidente dell’associazione “Femminile Presente“, Irene Riva, oltre a brevi cenni sugli obiettivi dell’associazione che presiede sin dalla sua costituzione risalente al 2015, obiettivi volti alla valorizzazione del “codice della cura” in tutti gli aspetti della vita sociale, ci ha impartito una vera lezione di vita sull'”educazione di genere“. “Genere” si riferisce ai ruoli, costruiti socialmente, sulle differenze biologiche tra maschi e femmine, mutabili nel tempo e nello spazio con l’evoluzione delle culture che li generano. Gli stessi ruoli si rapportano con l’autonomia ed il controllo sanciti da diritti, poteri o interessi relazionali, responsabilità o aspettative, destinati a regolare specificatamente la vita degli uomini e delle donne. Per superare questi stereotipi, la donna deve partire da sé stessa al fine di acquisire consapevolezza del proprio valore e delle proprie esigenze, premessa ineludibile per un cambiamento globale della sua posizione nella società. L’intelligenza emotiva, valore spiccatamente femminile, applicata a quella razionale, potenzia al massimo le capacità della donna, garantendo risultati spesso di gran lunga superiori in performance e valore qualitativo a quelli del mondo maschile.

JUANA PEREZ IMG_0732 2Juana Perez, psicologa psicoterapeuta, ha raccontato la sua vita di donna immigrata in giovane età dal Perù, le difficoltà dell’insediamento in nuove realtà sociali, la sua pluriennale esperienza di psicoterapeuta che l’ha maturata come donna e come professionista. Nel suo navigare nel mondo al femminile, tante sono le testimonianze di come la donna abbia quella marcia in più che la rende capace di affrontare e superare le avversità della vita.

Infine Nicoletta Spagnolo, presidente del Rotary Club Lecco Manzoni, dopo aver ringraziato per una partecipazione così ricca e di grande valore, ha espresso piena soddisfazione per il chiaro messaggio della serata: “A Lecco le donne ci sono, operano su vari fronti, come è loro congeniale, apportando quel plusvalore che crea la differenza. Si deve investire tempo ed energia sulla formazione a qualsiasi età e a qualsiasi livello. La serata rotariana è stata un emblema della potenzialità propria del mondo al femminile!”.

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Lago, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati