“GRANDE LECCO” INCISA NEL DUP,
COLOMBO (LEGA):”MA VOLETE
FARE I GRANDI CON MORTERONE?”

LECCO –  Approvato nella seduta consiliare di lunedì sera il Documento unico di programmazione che per il triennio 2019-2021 detterà l’agenda della giunta comunale, con una novità rispetto a quanto presentato nell’aula circolare di Palazzo Bovara lo scorso 23 luglio. L’amministrazione ha infatti incassato l’approvazione dell’emendamenteo illustrato dal sindaco Virginio Brivio sul progetto della “Grande Lecco”.

“Lecco – ha spiegato il primo cittadino –  ha una posizione strategica non solo nel contesto del nord della Lombardia ma anche come snodo concreto di importanti relazioni logistiche, vi è la necessità che ci sia un momento concertativo e di confronto legato a un tavolo di confronto permanente con i comuni contermini su temi significativi come sviluppo turistico e infrastrutture, pianficazioni, occasioni di partecipazione a progetti e finanziamenti. Penso – ha continuato il sindaco – al lavoro su Villa ponchielli col Comune di Malgrate o a quello per lo sviluppo del sentiero del viandante con il Comune di Abbadia”.

Oltre a queste collaborazioni, Brivio con questo emendamento apre anche a forme di aggregazione più intense, ossia amministrative e istituzionali. Su questo versante c’è già stata una manifestazione d’interese da parte del Comune di Morterone, formalizzata il 13 settembre scorso mediante una lettera a firma del sindaco Antonella Invernizzi. L’ emendamento, ora, pone in capo al Comune di Lecco la facoltà di realizzare studi di economici e di fattibilità tenendo conto e comparando tutti gli elementi dei comuni.

Evidentemente soddisfatti del risultato raggiunto gli esponenti di Appello per Lecco. “Finalmente diamo una veste istituzionale alla nostra proposta – ha commentato il consigliere Gianluca Corti -“, sottolineando l’importanza di questo passaggio politico in cui si è messo per la prima volta “nero su bianco questo percorso in cui Lecco non vuole essere capocordata, ma compagno di scalata”.

Fronte compatto per il “no” all’emendamento, invece, dalle opposizioni, eccettuato il parere positivo di Alberto Anghileri. Sono i leghisti Cinzia Bettega e Giovanni Colombo a lanciare le critiche più pesanti: la prima facendo leva su una cattiva gestione e disattenzione ai rioni e il secondo ironizzando sul fare una “Grande Lecco” con un “piccolo” Morterone.

Pronte le repliche della maggioranza. “Questa amministrazione – ha puntualizzato il democratico Andrea Frigerio – ha messo motlissima attenzione ai rioni, facendo un’azione quasi capillare. Si pensi al riordino dell’area perimetrale dell’ospedale, dei lavori a Castello, Olate o a quegli interventi che hanno prodotto un piccolo risveglio di attività commerciali come a Malavedo, Bonacina, Acquate”.

 

LEGGI ANCHE

MORTERONE, RIONE DI LECCO. IL SINDACO NE PARLA CON IL COMITATO GIUNTO DAL CAPOLUOGO

C. S. 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati