GOLEADA AL RIGAMONTI-CEPPI,
NIENTE FESTA PER GABURRO:
CORPO A LECCO, TESTA A SAVONA

LECCO – Altra vittoria e altro festival al Rigamonti-Ceppi per la Calcio Lecco che anche quest’oggi fa sembrare facile una partita che alla vigilia presentava molte incognite. 6-0 è il risultato finale, un punteggio che appartiene ad altri sport e che rispecchia il momento e la forza degli uomini di Gaburro, bravi e abili a non sottovalutare mai nessun impegno, anche se si tratta dell’ultima in classifica.

Il Lecco e i suoi tifosi fanno festa, ma senza esagerare perché mercoledì è già giorno di partita. E che partita contro il Savona. Una trasferta che rappresenta l’ultima gara delle sei che erano in programma in questo mese infernale di novembre. Un match che può mandare un chiaro segnale del Lecco a tutte le avversarie.

È un Gaburro che non vuole esultare molto quello che si presenta in conferenza stampa nel post-partita, con la testa già a mercoledì: “C’è stata una fase di studio iniziale, non si può dire che abbiamo approcciato male. Loro nei primi dieci minuti ci hanno provato, noi non abbiamo concesso nulla siamo passati in vantaggio subito alla prima occasione. Il Borgaro è una squadra che con la Sanremese ha perso al 92’, mentre oggi dopo trenta minuti era già finita. Abbiamo cercato di rispettare l’avversario, ma anche il pubblico qui presente. Oggi dovevamo fare semplicemente quello che abbiamo fatto, partire bene e incanalare il match sui binari giusti.Mi fa piacere che abbiano fatto bene tutti, sia chi è partito titolare e sia chi è subentrato. In questo momento conta il passo e, per ora, noi e la Sanremese stiamo facendo un campionato al di sopra delle aspettative, ma è presto per fare valutazioni perché mercoledì andiamo a Savona e poi avremo lo scontro diretto contro la Sanremese”.

Primo gol in campionato e secondo stagionale per Merli Sala: “Un bel sabato, c’è stata la possibilità anche di far esordire due giocatori che lavorano con serietà e impegno e devo dire che meglio di così non poteva andare. È inutile star qui a elogiarsi, abbiamo lasciato i primi dieci minuti allo studio e poi abbiamo preso l’iniziativa chiudendola immediatamente. Ora la testa va a mercoledì, perché Savona è una trasferta difficile. Si tratta di una partita di alto cartello e vincere a Savona significa dare un chiaro segnale al campionato. Sanremese? È uno stimolo, è una squadra che lotterà fino alla fine per vincere. Dobbiamo tenere alta la concentrazione perché questo Lecco, con questa mentalità deve stare in alto”.

La prima tripletta nel Girone A di Serie D in questa stagione è firmata da Draghetti, che può vantare questo primato: “Tripletta? Significa che ci sono anch’io, anche se sono impegnato meno rispetto ai miei compagni. Mi faccio trovare pronto quando serve. Io mi trovo bene anche nel 4-3-3, non ho problemi, però certo nel 4-4-2 dietro a una punta fisica mi troverei forse più a mio agio, ma non cambia molto. Che giochi io o un altro non è un problema perché l’importante è andare là e fare risultato. Sono convinto che sarà difficile su un campo tosto contro una squadra blasonata”.

 

 

Pubblicato in: Città, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati