“GNAMMO”, L’HOME RESTAURANT
SBARCA SUL LARIO.
CUCINA, CONDIVIDI, INCONTRA

gnammo social eatingLECCO – Il social eating arriva a Lecco! Forse non tutti sanno esattamente di cosa si tratti ed è quindi giusto spenderci due parole. Tutto molto più semplice di quanto si possa immaginare: chiunque ami condividere i propri piatti, dai più semplici e genuini a quelli più raffinati, può farlo organizzando degli eventi a casa propria e trasformando così l’abitazione di tutti i giorni in ciò che è comunemente definito un home restaurant.

Si fissano poi ora, data e prezzo, si promuove l’evento sugli appositi portali presenti in internet ed i clienti prenotano un posto al tavolo, pagando in anticipo la quota richiesta. Social eating, in quanto allo stesso tavolo finiscono per ritrovarsi dei perfetti sconosciuti, accomunati dal gusto per la buona tavola.

Il fenomeno, che da anni spopola sia negli Stati Uniti che in tantissime altre nazioni del mondo, è ora in diffusione anche nella nostra provincia grazie a Gnammo, la prima community virtuale che dal 2012 ha portato il concetto dei “ristoranti casalinghi” anche in Italia.

Gnammo EventoMa come la mettiamo con le tasse e le regole sanitarie? A rispondere a tutti i dubbi sono gli stessi fondatori di Gnammo sul loro sito: «l’evento che si realizza è un evento assolutamente privato, e soprattutto, letta dal punto di vista fiscale, è una prestazione di servizio tra privati, che non richiede alcun giustificativo fiscale, leggi nessuna ricevuta o fattura. L’agenzia delle entrate, ovvero chi controlla che si paghino le tasse, permette questo tipo di operazioni, con alcune attenzioni: quando il singolo privato (in questo caso il cuoco) inizia ad avere un transato superiore a 5.000 € in un anno, a prescindere dal numero di eventi creati, potrebbe contestare il fatto che si tratti di un’attività professionale. Per quanto riguarda le norme igieniche, essendo un evento privato, non è richiesto, da un punto di vista normativo, alcun requisito particolare».

In particolar modo Lecco è la seconda provincia italiana, dopo Cosenza, ad aver aperto una propria pagina Facebook per promuovere gli eventi del territorio ed attirare l’attenzione sul social eating di un numero sempre maggiore di persone. Diverse serate sono già state organizzate e a partire da sabato, per le prossime settimane, sono già in calendario eventi non solo nella città di Lecco, ma anche a Perledo, Casatenovo, Colle Brianza e Ballabio, tutte all’insegna della compagnia e della buona cucina.

 

 

Pubblicato in: Dal mondo, Giovani, tecnologia, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati