GIOVEDÌ NERO PER I TRASPORTI:
SCIOPERANO TRENI, METRO, TAXI.
ECCO LE FASCE GARANTITE

sciopero-treniLECCO – Si prospetta un giovedì di passione nel lecchese e in tutta la Lombardia. In occasione della festa della donna, diverse sigle sindacali hanno risposto all’appello lanciato dal movimento femminista “Non una di meno” per uno sciopero generale.

Per chi lavora o studia a Milano, i mezzi del trasporto pubblico potrebbero fermarsi dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. I disagi, ha informato la stessa azienda, potranno coinvolgere sia le quattro linee metropolitane sia i mezzi di superficie.

Capitolo Trenord. Giovedì le OO.SS. USB Lavoro Privato, USI Lavoro Privato e Cobas del Lavoro Privato unitamente a Orsa Ferrovie e CUB Trasporti (queste ultime due dalle 9 alle 17) hanno proclamato uno sciopero da mezzanotte alle 21. Durante lo sciopero il servizio Regionale, Suburbano, Aeroportuale, così come la lunga percorrenza di Trenord, potrebbero subire ritardi, variazioni e/o cancellazioni.

I collegamenti aeroportuali “Milano Cadorna – Malpensa Aeroporto” e “Malpensa Aeroporto – Bellinzona”, in caso di non effettuazione dei treni, saranno sostituiti da autobus Point-to-Point (senza fermate intermedie). I treni rispetteranno le fasce di garanzia 6-9 e 18-21: quindi i convogli che viaggiano nelle due finestre orarie circoleranno regolarmente.  Viaggeranno i treni inseriti nella lista dei ”Servizi Minimi Garantiti”.

Ma anche i lavoratori di Trenitalia e Nuovo trasporto viaggiatori – l’azienda che gestisce i treni ad alta velocità di Italo – potranno incrociare le braccia dalla mezzanotte alle 21.

A protestare, infine, saranno anche i tassisti, con le auto bianche che dovrebbero fermarsi dalle 8 alle 22.

Pubblicato in: lavoro, Viabilità, Città, Hinterland, Valsassina, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati