GIOVANE INCINTA PICCHIATA
DAL MARITO. IL BIMBO È SALVO,
L’UOMO AVEVA PRECEDENTI

VIOLENZA A DONNETORRE DE BUSI – E’ accaduto ieri intorno a mezzogiorno. L’uomo, trentaquattrenne, ha massacrato di botte la giovane moglie ventiseienne, al sesto mese di gravidanza. Rientrato nel loro appartamento in centro paese, il marito ubriaco fradicio ha colpito la donna con calci e pugni la donna, infierendo anche sulla pancia.

Allertati dalle grida dei vicini devono aver chiamato i Carabinieri che intervenuti da Calolziocorte hanno sfondato la porta e arrestato il violento. La ragazza invece è stata accompagnata all’ospedale per accertamenti, e dimessa dopo qualche ora con la buona notizia che il bambino è sano.

L’uomo, B.N., lecchese, trattenuto in caserma in attesa del processo per rito direttissimo, venne arrestato già nel giugno scorso dai militari di Introbio per stalking nei confronti della ex compagna, e anche allora oppose resistenza all’arresto.

 

 

Pubblicato in: Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati