GIOCO D’AZZARDO LEGALE:
2.000 €/ANNO PER OGNI LOMBARDO,
OLTRE LA MEDIA NAZIONALE

slot-machinesMILANO – Le slot machine saranno ridotte di circa un terzo e ulteriore stretta sugli spot in tv. Ma anche tassa della fortuna che sale dal 6% all’8%. Inizia a delinearsi il decreto che riordina il settore dei giochi, in attuazione della delega fiscale. Tra le novità la scelta dello Stato di ridurre l’offerta di gioco: le slot machine non potranno essere più di 6 per ogni bar, e dovranno avere comunque uno spazio di almeno 7 metri quadri ben separato dal resto del locale oltre a non poter essere visibili dall’esterno.

È una faccenda maledettamente seria il gioco in Italia e in Lombardia. In regione il gruppo di lavoro istituito dal Pirellone per attuare la legge regionale sulla prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico ha stimato in una cifra che spazia tra gli otto e i diecimila i gestori di videopoker e videoslot. Una marea, insomma, e un piatto ricchissimo che vale qualcosa come 1.703 euro a persona, media nazionale, che in Lombardia si alza a 1.924 euro, bimbi e ultranovantenni compresi (peggio riesce a farlo l’Abruzzo con 2.110 euro pro capite).

>L’analisi completa a firma Corrado Cattaneo è sulla pagine online de Il Giorno

 

 

 

Pubblicato in: Dal mondo, Città, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati