0

“DATI DI ARPA SONO INCOMPLETI”
MEDICO E POLITICO, DONATO
REPLICA ALLE ANALISI SUL FORNO

Ivano Donato 2 Appello per leccoLECCO – In merito a quanto affermato da Silea sul fatto che il termovalorizzatore di Valmadrera sia tra i migliori di Lombardia e in sintesi uno dei meno inquinanti, in qualità di medico e non come consigliere Comunale, mi sorgono moltissime perplessità.

I dati pubblicati da Silea infatti, non tengono conto del nanoparticolato il principale inquinante e modificante del DNA umano. Si tratta infatti delle particelle ottenute dalla combustione ad alta temperatura in un forno e che hanno una dimensione al disotto di 0,1 micron. Non esiste infatti alcun filtro in grado di fermare queste particelle data la loro piccola dimensione.

Consiglio l’ascolto della relazione del prof. Ernesto Burgio, pediatra, dal 2012 Ricercatore presso l’ European Cancer and Environment Research Institute, che oltre ad essere ancor più esaustivo sul tema, presenta studi fatti su inceneritori ed effetti del nanoparticolato sulla salute umana, dati per altro pubblicati su autorevoli riviste mediche come Lancet o argomento di confronto in congressi medici internazionali.

Le nanoparticelle che hanno capacità di modificare la struttura del Dna ed evidenziano il loro rischio maggiore proprio sui neonati e sul feto a causa dell’esposizione da parte della madre alle sostanze trasferite poi al bimbo attraverso il sangue placentale o il latte materno (studi epidemiologici come il Moniter eseguiti su ben 7 inceneritori dell’Emilia Romagna, riportano infatti casi di incremento del numero di parti prematuri). Gli effetti sono purtroppo a lungo termine, e si vedranno nelle generazioni successive e riguarderanno l’insorgere di maggiori casi di autismo, malattie neuro degenerative, leucemie infantili (ancora una volta però, la relazione del Prof. sul tema, si dimostra ricca di argomentazione scientifica estremamente pertinente).

Ora, da cittadino e da Medico, mi aspetto che Silea mi sappia dire quanto nanoparticolato compreso tra 2,5 micron e al disotto di 0,1 micron, viene emesso dall’inceneritore di Valmadrera. Solo con questi numeri, mi convincerò che non é dannoso bruciare rifiuti. A tutt’oggi, peró, questi dati non ho avuto il piacere di leggerli.

Sarei contentissimo, su questo tema, di essere smentito. Consiglio a tutti comunque, di ascoltare la relazione del prof. Dr. Ernesto Burgio che allego in video. Il tempo dell’ascolto sarà ampiamente ripagato dalla qualità espositiva e dalla chiarezza.
Grazie.

Dr. Ivano Donato
Consigliere Comunale Lecco

 

 

Pubblicato in: Ambiente, Città, Hinterland, News, Sanità, Valmadrera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati