CROCE IN GRIGNA, IL CAI DI LECCO
SI SMARCA DA NEOFASCISTI
E FOTO “FURBA” COL CALUMER

croce grignetta calumer lupiBALLABIO/LECCO – Nessun coinvolgimento dei neofascisti e condanna dell’uso “scaltro” dello scatto fotografico con Giuseppe “Calumer” Orlandi.

Così il Cai Lecco assume una dura posizione contro la propaganda di Lealtà e Azione – movimento nero brianzolo che si rivede nel teschio delle SS e nella svastica a tre gambe – e da messaggi e polemiche veicolate dalla posa della nuova croce sulla cima della Grignetta.

> CONTINUA A LEGGERE su
TESTATA-BN-10-ANNI-link

 

 

 

 

Pubblicato in: Montagna, politica, Città, Ballabio, Valsassina, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati