CON L’ACCENDINO ANCORA IN MANO
VOLEVA DARE FUOCO AL PALAZZO.
ARRESTATO UN 49ENNE LECCHESE

pompieri-notte vigili del fuocoLECCO – Ha dato fuoco alle cantine di un condominio di Lecco, F.D., 49enne lecchese, è stato arrestato per i reati di incendio e resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale.

In via Tito Speri erano già entrati in azione i vigili del fuoco quando sono arrivati anche i poliziotti della squadra volante i quali hanno trovato l’uomo che ancora impugnava l’accendino ed a terra, nelle immediate vicinanze, aveva una bottiglia di liquido infiammabile sotto della carta da giornale che già bruciava e delle porte in legno con le ante parzialmente bruciate, oltre a vari oggetti metallici utilizzati come utensili per asportare le porte in legno dei contatori elettrici del condominio, con l’intento presumibilmente di usarle come blocco all’accesso delle cantine.

Nonostante la rampa delle scale fosse ancora invasa dal denso fumo gli agenti sono riusciti ad accompagnare l’uomo all’esterno. Alle sue reazioni violente si è poi deciso per il fermo in questura. Si è così scoperto che il lecchese aveva numerosi precedenti di polizia e identificato come autore dell’incendio è scattato l’arresto. Questa mattina il processo per rito direttissimo e la custodia cautelare in carcere in attesa di giudizio.

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati