CON I GPS IN CAMERA E CUCINA
SPIAVA I MOVIMENTI DELLA EX.
RISCHIA GROSSO UN CALOLZIESE

spia stalker televisoreLECCO – Con un Gps in cucina e uno in camera da letto seguiva a distanza i movimenti della ex. Colpo di scena nel processo che vede imputato per molestie verso la ex compagna un uomo del calolziese.

La relazione si è interrotta bruscamente nel 2015, rifugiatasi da un’amica in città e poi trovando un appartamento ad Olginate, la donna avrebbe continuato a ricevere telefonate di minacce e insulti da parte dell’uomo.

Prima della fine dell’anno la donna decise così di sporgere denuncia ai carabinieri di Calolziocorte e si è aperto il procedimento. In Tribunale gli inquirenti hanno raccontato di aver trovato due collegamenti Gps – il primo era in cucina, il secondo dietro il televisore della camera da letto – con tanto di scheda sim collegata al telefono dell’imputato, il quale poteva così sorvegliare i movimenti e soprattutto le telefonate dell’ex compagna.

Secondo uno dei testi la donna avrebbe subito violenza morale per oltre un anno. l processo è stato aggiornato a ottobre.

RedCro

 

Pubblicato in: Calolziocorte, Città, Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati