0

CINGHIALI/PER VENTURINI
LA CACCIA È RIMEDIO CASERECCIO,
MEGLIO LA STERILIZZAZIONE

Ezio Venturini assessore 3LECCO – “Il problema cinghiali è stato sottovalutato ed è sfuggito di mano alle politiche negli anni: serve agire con logica per ripristinare alcuni equilibri”. Così Ezio Venturini, assessore all’ambiente del Comune di Lecco, commenta l’apertura della caccia al cinghiale in Provincia e che prevede l’abbattimento di poco più di 200 capi tra Valsassina e Valvarrone. E all’abbattimento, “azione superficiale e casereccia”, propone campagne di sterilizzazione.

Il cinghiale attuale è un ‘normale’ selvatico coevoluto con l’ambiente? Certamente no. Il cinghiale attuale è ben diverso da quello autoctono ormai scomparso è frutto dell’importazione di capi dall’Est Europa e dell’incrocio con la varietà domestica di suino. Il cinghiale di oggi è più prolifico delle razze autoctone di suini domestici di ceppo europeo , una razza cocktail, creata dall’uomo per facilitare la caccia laddove il cinghiale era una preda più ambita.

Si tratta quindi di un mix di cinghiali europei e maiali, che ha creato una razza più grande che però fa più piccoli, dunque si riproduce più spesso. Chi li ha distribuiti in natura con imprudenza, ha creato questa anomalia, destinata purtroppo a crescere.

cinghialiIn definitiva non capisco come, ancora oggi, in piena fase di emergenza cinghiali in tutta Europa, e basta dare uno sguardo anche alle cronache quotidiane, si possa agire con superficialità casereccia proclamando come unica soluzione per il contenimento l’abbattimento.

Credo che sia importante capire in quale modo, l’uomo, sulla base di una scelta ragionata, che sarà sempre e solo umana, debba agire per ripristinare alcuni equilibri. 

L’abbattimento porterà solo ad una maggiore proliferazione per l’effetto rimbalzo.

Infatti è provato scientificamente che spesso dopo la loro eliminazione i cinghiali si riproducono più velocemente di prima. Serve invece prevenzione (togliendo le fonti di cibo a questi animali) e l’inizio di campagne di sterilizzazione usando nuovi vaccini in via di perfezionamento. …. e poi detto a denti stretti chi ha creato il problema dovrebbe risolverlo …..

Pubblicato in: Ambiente, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati