CARNEVALE SENZA ALCOL:
IL COMUNE FA MARCIA INDIETRO.
BRINDANO BARISTI E MINORANZE

alcoolLECCO – Non nasce per caso la preoccupazione manifestata dalla Questura di Lecco al Comune capoluogo di provincia che, come ogni anno, si appresta a dare inizio ai festeggiamenti organizzati in occasione del Carnevale 2015: già lo scorso anno, come in occasione di eventi dallo spessore e dalle caratteristiche analoghe, si erano verificati, proprio nel cuore del centro cittadino, episodi di una  gravità tale da determinare risse e interventi del personale sanitario, oltre che della sicurezza. Ricordiamo, inoltre, che la preoccupazione delle istituzioni preposte alla tutela dell’incolumità ha determinato l’emanazione di provvedimenti della stessa entità in altre città, che ospiteranno sfilate e serate analoghe a quelle in programma a Lecco. I provvedimenti hanno lo scopo di affrontare nel migliore dei modi una situazione particolare in grado di determinare un afflusso di persone eccezionale, che si aggiunge all’ordinario.

Le ordinanze emanate dal Sindaco di Lecco, rispondono con responsabilità alla necessità di garantire che il Carnevalone di Lecco si svolga in condizioni di sicurezza ottimali, nonché alla volontà di conciliare queste necessità prioritarie con quelle dei commercianti e degli esercenti del centro cittadino. “Al termine di un confronto positivo con i rappresentanti dei commercianti e degli esercenti cittadini – spiega il Sindaco di Lecco, Virginio Brivio – con il nuovo provvedimento emanato riponiamo la massima fiducia nella collaborazione degli addetti ai lavori e in particolar modo degli associati di Confcommercio e Confesercenti, che ringrazio per la particolare attenzione che sarà a loro richiesta nel corso della notte di sabato”.

La parziale modifica dell’ordinanza sindacale relativa al centro cittadino consente la prosecuzione nella somministrazione di bevande alcoliche anche dopo la mezzanotte di sabato e fino alle 2 di notte, imponendo alcune cautele anche nelle ore immediatamente precedenti: dalle 21 di sabato alle 6 del mattino seguente sarà infatti proibito consumare bevande e alimenti contenuti in bottiglie di vetro e simili o lattine al di fuori del perimetro dei pubblici esercizi e delle rispettive aree di pertinenza autorizzate.

Il provvedimento sarà reperibile in albo pretorio e si intenderà revocato, nel caso in cui, a causa del maltempo, la manifestazione dovesse essere sospesa.

 

 

Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati