CANTIERE A VILLA MANZONI:
CHIUSO IL PIANO TERRA,
GALLERIA D’ARTE A 2 EURO

LECCO – A causa dei lavori di messa a norma e restauro negli ambienti del Museo Manzoniano, che ne permetteranno un nuovo e più qualificato allestimento museologico e museografico, dall’1 novembre gli spazi espositivi del polo museale di Villa Manzoni saranno fruibili solo parzialmente.

I locali al piano terra di Villa Manzoni, attuale sede del Museo Manzoniano, da qualche settimana sono oggetto di lavori da parte della Soprintendenza all’Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Milano. In questa fase dei lavori, per procedere agli interventi necessari, ottemperando al contempo alle imprescindibili misure di sicurezza del cantiere, si rende necessario ridefinire le condizioni di apertura del polo museale al pubblico, per tutto il periodo interessato dal progetto.

Dal 1° novembre e fino al termine della realizzazione del nuovo museo i visitatori potranno accedere solo al cortile d’onore circondato da un portico con serliane e pilastri in arenaria, e alla prospiciente cappella dell’Assunta (1777), dove dal 1807 è sepolto il padre di Alessandro Manzoni.

Rimarrà interamente fruibile, invece, la Galleria Comunale d’Arte al primo piano, che recentemente è stata arricchita con nuove opere, tra cui il celeberrimo dipinto di Giovanni Segantini Il Naviglio da Ponte San Marco (1880), temporaneamente esposto al Palazzo delle Paure nell’ambito della mostra “Ottocento Lombardo” e un rinnovato percorso espositivo, realizzato nel corso del 2018.

La fruizione parziale del complesso di Villa Manzoni per tutto il periodo interessato avrà un costo del biglietto di soli 2 euro, quale tariffa ridotta speciale, già prevista nel vigente piano delle tariffe del Comune di Lecco. Al termine della ristrutturazione si procederà alla realizzazione del nuovo percorso espositivo del Museo Manzoniano.

immagine da museilecco.org

Il fine è la creazione di un allestimento completamente rinnovato nella forma e nei contenuti, dotato di apparati e applicazioni informatiche di ultima generazione, in grado di valorizzare maggiormente anche gli elementi architettonici e soddisfare ogni tipo di utenza. Un Museo Manzoniano che, grazie a maggiori strutture e servizi, sarà in grado di rispondere alle molteplici funzioni cui sono attualmente vocate le istituzioni museali e presentare in modo efficace l’opera e il pensiero del maggior scrittore italiano dell’800.

La previsione di conclusione dei lavori è fissata per la fine dell’estate 2019, con l’obiettivo di inaugurare il nuovo Museo Manzoniano all’interno della Rassegna “Lecco città dei Promessi Sposi 2019”.

 

Pubblicato in: Cultura, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati