0

BANCA DEL TEMPO/2016 RECORD:
ISCRITTI DAI 18 AGLI 85 ANNI,
2250 ORE SCAMBIATE E 152 SOCI

OLYMPUS DIGITAL CAMERAVALMADRERA – Più di 40 soci presenti alla settima assemblea annuale di Banca del Tempo Valmadrera. I numeri della relazione delle attività 2016 parlano chiaro: l’anno passato è stato al di sopra di ogni aspettativa.

I 152 soci regolarmente iscritti hanno scambiato 2250 ore, di cui 1438 sono state impiegate per servizi alla comunità e 812 per tenere aperti i 4 sportelli settimanali e per riunioni organizzative. Le attività che hanno impegnato maggiormente i soci sono stati gli accompagnamenti (340 ore), la cura dell’orto (178 ore) e il Qi Gong (147 ore). Grande numero di ore è stato destinato ai lavori di sartoria (97.5 ore) e alla preparazione di cibo (71.5 ore). Molto interessante la distribuzione anagrafica degli iscritti che si distribuiscono dai 18 agli 85 anni (24 soci tra i 18 e i 35 anni e 41 soci tra i 66 e gli 85 anni).

L’assemblea ha discusso le prossime iniziative e confermato l’indirizzo proposto dal Consiglio Direttivo di aumentare la presenza nelle scuole sia quelle dell’obbligo che negli Istituti Superiori della provincia. Il 6 maggio, infatti, alcuni rappresentanti della Banca del Tempo presenteranno l’associazione all’Istituto Bertacchi di Lecco per poi andare, a ottobre, all’Istituto Rota di Calolziocorte e, a dicembre, negli istituti Agnesi e Viganò di Merate all’interno di un progetto di avvicinamento al volontariato che coinvolge anche Solevol, Ale G, Arci, Coe, Legambiente.

Banca del Tempo ha inoltre accettato di sostenere il “Secondo concorso di poesia Dionigi Villa-Nis il Poeta” organizzato dalla biblioteca civica  di Valmadrera. “Il concorso rappresenta – dicono i soci – un momento per incentivare la creatività degli appartenenti alla comunità e la possibilità di raccontare e ricordare la vita di una tempo che fu e che a noi piacerebbe riportare in vita”.

L’associazione ha preso per il 2017 impegni anche per l’ambiente, favorendo iniziative a piedi  e a basso costo ambientale come la visita, senza autobus, a Crespi d’Adda e un giro a piedi che da Vercurago porti al Castello dell’innominato, alla Rocca e alla chiesa del Beato Serafino di Maggianico.

Infine i nonni della sezione galbiatese della BdT parteciperanno alla festa delle corti di Galbiate dove riproporranno in due momenti della serata lo spettacolo “L’orco innamorato”. Lo spettacolo è andato in scena a febbraio presso il Parco Ludico e in quella occasione i nonni della BdT hanno recitato per i loro nipoti, ribaltando la consuetudine che li vuole spettatori di spettacoli realizzati dai più piccoli.

 

 

Pubblicato in: Associazioni, Garlate, Hinterland, News, Valmadrera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati