AUTO ELETTRICHE RICARICABILI
NEI CONDOMINI RESIDENZIALI.
SFIDA PER GLI AMMINISTRATORI

BANDINI PRES ANACI - 1pLECCO – Una delegazione Anaci, coordinata dal presidente di Anaci Lecco Marco Bandini, ha incontrato il consigliere Mauro Piazza negli uffici della Regione Lombardia a Palazzo Pirelli, per attivare ufficialmente un dialogo proficuo sul tema di grande attualità: la ricarica dei veicoli elettrici in condominio.

“Già da 3 anni parliamo di stazioni di ricarica nel nostro corso base per l’abilitazione professionale degli Amministratori di condominio – dichiara Bandini – dimostrando una particolare attenzione alle tematiche legate alla sostenibilità e alle innovazioni in condominio. Attenzione ampiamente dimostrata anche dalla firma della Carta dell’Ambiente redatta da Anaci in occasione di Expo 2015”. Un incontro che ha promosso l’avvio di una collaborazione attiva a partire dal primo Workshop di approfondimento Anaci sul tema “Stazioni di ricarica per veicoli elettrici in condominio: criticità e opportunità”.

Durante la riunione sono emersi temi importanti che avranno ricadute sulle attività degli amministratori come promotori dello sviluppo delle stazioni di ricarica in condominio, a partire dall’applicazione del Dlgs 257/2016 che stabilisce i requisiti minimi per la costruzione di infrastrutture per i combustibili alternativi, inclusi i punti di ricarica per i veicoli elettrici, imponendo la predisposizione di stazioni per gli edifici di nuova costruzione e grandi ristrutturazioni a uso diverso da quello residenziale con superficie utile superiore a 500 metri quadrati  e gli edifici residenziali di nuova costruzione e grandi ristrutturazioni con almeno 10 unità abitative. Ovvero i condomini.

smar elettrica mobilità sostenibile auto elettriche ibride e-mobilitySul tavolo di discussione anche il recentissimo Accordo di programma tra Ministero delle Infrastrutture e Regioni per l’installazione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche pubblicato il 22 giugno 2018, in cui vengono previsti interventi strutturali per 72,2 milioni di euro con un cofinanziamento del Ministero delle Infrastrutture di 27,7 milioni di euro. Le risorse saranno erogate alle Regioni e alle Province autonome, che le utilizzeranno per la realizzazione del Piano Nazionale Infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica. Regioni e Province autonome potranno poi coinvolgere altri enti locali o soggetti privati per la realizzazione degli interventi. La Lombardia, a fronte di interventi previsti per 14,4 milioni di euro, vedrà erogarsi un cofinanziamento pari a 4,3 milioni.

“Considerando che il 75% della popolazione italiana abita in condominio, possiamo capire la portata di queste innovazioni tecnologiche ed è per questo che come Anaci Lecco vogliamo essere pronti ad accettare la sfida con già le idee molto chiare su come rispondere in modo professionale ai condòmini durante le assemblee” conclude il presidente Bandini.

 

Pubblicato in: Ambiente, Città, Hinterland, Valsassina, Lago, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati