“ASSENTE PER MOTIVI RELIGIOSI”.
IL PARROCO: “COSA NORMALE,
E’ IMPORTANTE PER I RAGAZZI”

ASSENTE PER MOTIVI RELIGIOSICIVATE – “Ogni anno organizziamo l’iniziativa, che è una cosa normale a Civate. Non vogliamo che i nostri giovani si perdano un evento importante”. Don Gianni De Micheli, parroco del paese, difende l’assenza giustificata per motivi religiosi partecipare all’imposizione delle ceneri. “L’iniziativa nasce da una lettura del territorio e dal rispetto delle tradizioni – spiega –. Civate è una parrocchia di rito romano nella diocesi di Milano, si trova in una situazione strana. La scuola infatti viene chiusa in concomitanza con il carnevale ambrosiano, ma il mercoledì delle ceneri segue il rito romano. Quindi, per poter coinvolgere gli studenti credenti, ci siamo accordati con la scuola per poter arrivare a questa conclusione.  Anzi, ringraziamo il dirigente che sopperisce a questo svantaggio”.

Circa 80 ragazzi cattolici, sui circa 250 iscritti al plesso civatese, si assenteranno dalle lezioni mercoledì 18 febbraio. “Si tratta di due ore pomeridiane – sottolinea il sacerdote –, non di più. Abbiamo chiesto di scrivere la giustificazione per motivi religiosi perché i ragazzi non si assentano per andare a pescare o per fare altro, ma per un’iniziativa cattolica”.

 

Pubblicato in: Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati