0

ANTINFLUENZALE/A LECCO
APERTURE STRAORDINARIE

iNFLUENZA STARNUTOLECCO -Aperture straordinarie dell’ASST di Lecco per la somministrazione del vaccino antinfluenzale. Gli ambulatori di via Tubi, a Lecco, saranno aperti per due giornate in più, dando la possibilità a quanti non si sono ancora vaccinati. Sarà quindi possibile vaccinarsi presso la sede di via Tubi mercoledì 13 e 20 dicembre, presentandosi alle 9.

 

Obiettivo primario della vaccinazione antinfluenzale è la protezione dei soggetti che, in caso di infezione, potrebbero riportare più gravi complicanze. Si tratta di anziani di età pari o superiore a 65 anni, ma anche di bambini di età superiore ai 6 mesi e adulti con patologie croniche (malattie del cuore e del sangue, malattie renali, diabete ed altre malattie del metabolismo, malattie dell’apparato respiratorio inclusa l’asma grave, la fibrosi cistica, la broncopatia cronico ostruttiva-BPCO, e dell’apparato gastro-intestinale) e tumori.

Sono compresi nelle categorie a rischio anche soggetti con malattie neurologiche e neuromuscolari, persone affette da diabete mellito e altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi in particolare con gravi patologie concomitanti), persone affette da malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV, familiari e contatti di soggetti ad alto rischio, addetti ai servizi pubblici essenziali quali le forze di Polizia dello Stato e vigili del fuoco, medici e personale sanitario e di assistenza in case di riposo ed anziani a domicilio, volontari dei servizi sanitari di emergenza, persone di qualunque età ricoverati presso strutture socio-sanitarie per anziani o disabili, donne che, durante la stagione influenzale, saranno nel secondo o nel terzo trimestre di gravidanza, persone con malattie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici, persone che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali (suini e volatili) che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani.

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, News, Sanità Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati