ANCHE LECCO NON DIMENTICA
LA DEMOCRAZIA: “CON I MIGRANTI
PER FERMARE LA BARBARIE”

LECCO – Diverse associazioni e sindacati hanno organizzato per sabato la giornata-appello “Con i migranti per fermare la barbarie“: una mobilitazione nazionale contro il razzismo e la xenofobia, per riaffermare principi di civiltà ed umanità e dare una risposta in nome dell’uguaglianza dei diritti e del rispetto della dignità di tutti. A Lecco, alle 17.30, sarà la sala don Ticozzi a ospitare l’evento.

“Razzismo e xenofobia vengono ogni giorno instillati tra gli italiani del Nord e del Sud, e si diffondono nelle città e nelle periferie sociali. Ma se prima si trattava soltanto di segnali universalmente considerati negativi, adesso i sintomi sono rappresentativi di un’involuzione profonda. E fanno paura” rilevano le associazioni nel documento programmatico.

“Per queste ragioni invitiamo tutta la cittadinanza, italiani e stranieri, ad aderire all’appello e a intervenire all’iniziativa organizzata per sabato per dire che Lecco – medaglia d’argento della resistenza – non dimentica e non tradisce le sue lotte per riaffermare la democrazia, la dignità e l’uguaglianza tra gli uomini”.

Aderiscono: Coordinamento “Noi tutti migranti” di Lecco, Cgil, Cisl, Uil, Anolf, Anpi, Arci, Associazione Senegalesi di Lecco, Circolo Arci Lezioni al campo, Comunità di Via Gaggio, L’altra Via, Les Cultures, Mani tese, Pax Christi, Rete Radiè Resh, e: Ass. Il Gabbiano, Circolo Arci Spazio Condiviso, Tribunale Permanente dei popoli, QuiLeccoLibera.

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Associazioni, politica, Immigrazione, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati