0

ALLA SCOPERTA DEI GIOVANI
AMMINISTRATORI LECCHESI:
VALENTINA ADAMOLI DI TREMENICO

valentina adamoli tremenicoTREMENICO – Come ogni mercoledì, anche oggi prosegue la nostra rubrica che ci porterà a conoscere tutti i giovani amministratori con meno di trent’anni di età dei comuni di Lecco e hinterland, del Lario e della Valsassina, con lo scopo di capire le ragioni che li hanno spinti a impegnarsi per la comunità e per sfatare quel cliché che vuole le nuove generazioni disinteressate della politica.

Oggi è il turno di Valentina Adamoli, classe 1995, consigliere comunale di Tremenico dal 2014.

Cosa ti ha spinto a impegnarti in politica?

Ad essere sincera, l’impegno in politica è nato un po’ per caso. Quando mi è stato proposto di entrare a far parte della lista “Obiettivo Comune” non ero molto convinta. Nel mio piccolo, durante alcune feste o manifestazioni, ho sempre cercato di dare una mano, ma entrare in politica mi sembrava azzardato perchè credevo di non essere all’altezza. Alla fine però, l’amore per il paese, e la Valvarrone in generale, la voglia di fare qualcosa di concreto per migliorare e promuovere il territorio, mi hanno spinto ad accettare e intraprendere questo percorso.

Cosa hai realizzato durante il tuo mandato? Qual è la cosa cui tieni di più?

Essendo alle prime armi, diciamo che in molte cose non ho potuto dare un mio vero e proprio contributo, più che altro ho cercato di capire i vari meccanismi e come funzionasse il tutto. Come consigliere con delega al turismo ho aiutato nella realizzazione dei nuovi pannelli contenenti  informazioni turistiche sui due paesi di Tremenico e Avano. Inoltre sono referente comunale del progetto “Wiki Loves Monuments Italia”. Non c’è una cosa a cui tengo particolarmente; penso che ogni azione, anche la più piccola, se fatta con il fine di migliorare il proprio paese, sia importante e significativa.

Tuttavia, una cosa di cui sono particolarmente orgogliosa e la pagina facebook “Alla scoperta della Valvarrone”, creata insieme a Pamela Sala Tenna, consigliere comunale di Introzzo, sempre con l’intento di promuovere il patrimonio della nostra Valle. Iniziativa nata un po’ per gioco, ma che alla fine ci sta dando grandi soddisfazioni, e con un numero significativo di sostenitori e di persone raggiunte con i nostri post.

Ti definiresti di destra, di centro, di sinistra o di quale altra area politica?

Non ho un vero e proprio schieramento in cui mi identifico, condivido varie idee di ognuno. Penso che l’unica cosa che conti sia fare il meglio per il proprio paese, a prescindere dall’orientamento politico.

Quali progetti per il futuro?

Sicuramente far conoscere la nostra piccola realtà e tutto quello che ha da offrire, in quanti più modi possibile; trovare il modo di valorizzare il patrimonio culturale presente sul territorio, e concepire nuove idee e progetti interessanti da provare a realizzare da qui alla fine del mandato.

Michele Castelnovo

 

TUTTI GLI ARTICOLI DELLA RUBRICA

Nella rubrica verranno intervistati sindaci, assessori e consiglieri comunali nati dal 1987 compreso in poi e eletti nei comuni di: Annone Brianza, Bellano, Cassina V.na, Civate, Colico, Cortenova, Crandola V.na, Cremeno, Dervio, Dorio, Esino Lario, Galbiate, Garlate, Introzzo, Lecco, Malgrate, Mandello del Lario, Margno, Moggio, Morterone, Oggiono, Olginate, Pagnona, Pasturo, Premana, Primaluna, Taceno, Tremenico, Valmadrera, Varenna, Vendrogno, Vercurago, Vestreno.

 

 

 

Pubblicato in: Giovani, Giovani amministratori, Lago, News, politica, Valsassina Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati