0

ALLA SCOPERTA DEI GIOVANI
AMMINISTRATORI LECCHESI:
PAOLA ARRIGONI DI PASTURO

paola arrigoni okPASTURO - Prosegue la rubrica del mercoledì di Lecco News che ci porterà a conoscere tutti i giovani amministratori con meno di trent’anni di età dei comuni di Lecco e hinterland, del Lario e della Valsassina, con lo scopo di capire le ragioni che li hanno spinti ad impegnarsi per la comunità e per sfatare quel cliché che vuole le nuove generazioni disinteressate della politica.

Oggi presentiamo Paola Arrigoni, classe 1988, consigliere comunale a Pasturo dal maggio 2014.

Cosa ti ha spinto a impegnarti in politica?

Prima delle elezioni del 2014 ho iniziato ad interessarmi alle vicende del paese, partecipando ad incontri che l’amministrazione in carica organizzava soprattutto per coinvolgere maggiormente i giovani. Da lì ho capito che mi sarebbe piaciuto mettermi in gioco in qualcosa di nuovo, una nuova sfida in cui testarsi, avendo la possibilità concreta di dare il mio contributo al paese. Importante è stato sicuramente l’appoggio da parte della mia famiglia, in particolar modo il sostegno di papà Egidio, il quale anch’egli 30 anni prima circa, è stato consigliere ed assessore per due mandati con Guido Agostoni.

Cosa hai realizzato durante il tuo mandato? Qual è la cosa cui tieni di più?

I progetti ai quali mi sono dedicata sono principalmente due: il primo riguarda un’attenzione particolare alla promozione sportiva rivolta ai bambini; per questo insieme al collega amministratore, nonché atleta nazionale Michele Fontana, abbiamo deciso di attivare un progetto di atletica leggera per le classi terza, quarta e quinta della scuola elementare “A. Orlandi” di Pasturo. Il corso si è svolto da febbraio a maggio del 2015. A giugno dello stesso anno abbiamo organizzato una serata conclusiva invitando tutti i genitori, per mostrare loro tutto ciò che era stato fatto in quei 4 mesi. Da lì poi, grazie all’intuizione del Team Pasturo, il progetto non è andato morendo bensì è attualmente attivo ed ha portato alla creazione del settore giovanile del Team Pasturo che è tutt’oggi in costante crescita, sia dal punto di vista dei risultati che dal punto di vista della coesione di bimbi e genitori. Sulla scia di questo progetto, con la collaborazione delle varie associazioni presenti nel comune ed il costante impegno del Team Pasturo abbiamo organizzato due giornate incentrate sul gioco e per coinvolgere i bambini di Pasturo: la giornata dello sport con una staffetta, e la caccia al tesoro per le vie del paese in occasione della festa di Baiedo.

Il secondo progetto che ho seguito da vicino, insieme all’assessore Ettore Ticozzi, consisteva nella proposta di realizzazione di una cartina turistica del paese e dei sentieri montani. Il progetto si è potuto concretizzare grazie all’unione ed alla collaborazione di artigiani, commercianti, piccoli imprenditori e liberi professionisti presenti nel comune di Pasturo. Tale collaborazione ha portato poi ad altre iniziative che in particolare i commercianti, insieme, sono stati in grado di portare avanti per rendere il paese sempre più accogliente.

Ti definiresti di destra, di centro, di sinistra o di quale altra area politica?

La lista con cui ho deciso di candidarmi e di cui faccio tutt’oggi parte è una lista civica, per questo motivo, solitamente non trattiamo temi di politica a livello nazionale. Credo che in comuni piccoli come Pasturo, lo schieramento politico passi in secondo piano, l’importante è agire nell’interesse dei propri cittadini, cercando di rispondere al meglio alle esigenze del paese.

Quali progetti per il futuro?

I progetti che in futuro, come amministrazione comunale, vorremmo realizzare sono quelli indicati nel programma stilato e consegnato ai cittadini in campagna elettorale. In parte siamo già riusciti a rispettare quel programma, come ad esempio la costruzione delle rotonde ad inizio e fine paese.

Siamo consci delle oggettive difficoltà, soprattutto economiche, a cui comuni piccoli come il nostro devono far fronte ogni giorno, ma il nostro obiettivo è quello di tener fede a quanto dichiarato prima delle elezioni. Abbiamo sempre cercato di essere molto concreti e di non promettere opere oggettivamente irrealizzabili. In particolar modo ci tengo e ci teniamo come gruppo comunale a sostenere, aiutare ed incentivare il più possibile le associazioni presenti sul territorio.

Pasturo è il paese in cui sono cresciuta, attualmente vivo ed in cui intendo continuare a vivere nei prossimi anni, in quanto credo che sia un posto speciale dove abitare grazie anche alle bellezze naturalistiche che lo rendono unico. Spero di riuscire con il mio contributo, a renderlo sempre più un paese ottimale e vivibile per dare la possibilità alle generazioni future di poter vivere in un ambiente sano ma al tempo stesso funzionale.

 

>>> LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DELLA RUBRICA <<<

Nella rubrica verranno intervistati sindaci, assessori e consiglieri comunali nati dal 1987 compreso in poi e eletti nei comuni di: Annone Brianza, Bellano, Cassina V.na, Civate, Colico, Cortenova, Crandola V.na, Cremeno, Dervio, Dorio, Esino Lario, Galbiate, Garlate, Introzzo, Lecco, Malgrate, Mandello del Lario, Margno, Moggio, Morterone, Oggiono, Olginate, Pagnona, Pasturo, Premana, Primaluna, Taceno, Tremenico, Valmadrera, Varenna, Vendrogno, Vercurago, Vestreno.

 

Pubblicato in: Giovani, Giovani amministratori, News, Valsassina Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati