0

ALLA SCOPERTA DEI GIOVANI
AMMINISTRATORI LECCHESI:
FLAVIO CIPELLI DI TREMENICO

flavio-cipelli-tremenicoTREMENICO – Comincia oggi sulle colonne virtuali di Lecco News un lungo viaggio che ci porterà a conoscere, settimana dopo settimana, tutti i giovani amministratori con meno di trent’anni di età dei comuni di Lecco e hinterland, del Lario e della Valsassina. In questa nuova rubrica cercheremo di capire le ragioni che spingono un giovane a impegnarsi per la comunità, anche per sfatare quel cliché che li vuole disinteressati della politica.

Cominciamo così con chi in un’amministrazione comunale ricopre il massimo incarico, da cui deriva la massima responsabilità: il sindaco. Già, perché a Tremenico c’è un primo cittadino – unico nelle zone di cui ci occupiamo – che ha meno di trent’anni. Si tratta di Flavio Cipelli, classe 1988, borgomastro in Val Varrone dal 2014.

Cosa ti ha spinto a impegnarti in politica?

Sin dall’infanzia ho trascorso gran parte dei miei anni ad Avano (piccola frazione di Tremenico), paese d’origine della mia famiglia, dove ho costruito amicizie ed affetti veri e ho vissuto i momenti più belli della mia vita. Mi sono dato da fare, rallegrando le sagre paesane con la mia fisarmonica e aiutando per la festa dell’Assunta (come campanaro, chierichetto, sacrista, ecc.).

Nel 2008 ho ideato e realizzato, con un gruppo di amici, la “Mostra di strumenti antichi”: un’iniziativa che si è rivelata di grande successo e che abbiamo riproposto per ben 6 edizioni.

Nel marzo del 2009 sono stato chiamato dal parroco a svolgere per Tremenico l’incarico di consigliere della Comunità pastorale (membro delle commissioni progetto e calendario e, dal 2011, volontario del cineteatro Paradise) e a cui ho affiancato il ruolo di vicesegretario. Alle elezioni comunali del 6-7 giugno 2009 sono risultato il candidato (e il consigliere eletto) più giovane e più votato del Comune di Tremenico.

Nominato consigliere nell’Unione dei Comuni della Val Varrone, nel 2010, su invito di un gruppo di cittadini che si sono riconosciuti nello spirito del neonato ecomuseo ho accettato l’incarico di presidente dell’associazione Amici dell’ecomuseo, che ho contribuito a costituire e sviluppare. Ho organizzato con entusiasmo decine e decine di iniziative filantropiche di qualità (concerti bandistici e corali, teatri, mostre, giornate ecologiche, ecc.).

La passione per le istituzioni locali mi ha portato anche ad indirizzare le mie scelte di vita scolastica: per il diploma di ragioniere, ho scritto una tesina sul Comune di Tremenico e sui Comuni d’Italia; per la laurea in Giurisprudenza, ho discusso una tesi in diritto amministrativo sulle Unioni di Comuni portando l’esempio dell’Unione della Val Varrone e realizzando un sondaggio.

Da tutto ciò, si è sviluppata una sempre maggiore passione per il territorio, che mi ha portato alla candidatura e all’elezione a sindaco di Tremenico, il 26 maggio 2014.

Cosa hai realizzato durante il tuo mandato? Qual è la cosa cui tieni di più?

Ritengo sia presto per fare un bilancio sulle attività svolte. Posso solo dire che in questi primi due anni e mezzo di lavoro abbiamo già realizzato buona parte del programma con il quale ci siamo presentati al cospetto degli elettori e ne siamo molto orgogliosi. Tengo molto alla professionalità, alla diligenza e al metodo con cui si affrontano i problemi e si danno risposte ai cittadini.

Ti definiresti di destra, di centro, di sinistra o di quale altra area politica?

Credo nella politica dell’amore verso il territorio, avulsa da colori di partito. La lista civica “Obiettivo Comune”, che mi sostiene, è composta da persone aventi sensibilità diverse, che hanno fatto con passione, lealtà ed entusiasmo, la scelta di offrirsi alla comunità, per costruire insieme un futuro migliore.

Quali progetti per il futuro?

Molti e alcuni davvero ambiziosi. Fra questi, un progetto di valorizzazione turistico-culturale della storia delle miniere di Tremenico con la realizzazione di una casa-museo e la fusione dei Comuni della Val Varrone (il cui iter è già stato avviato).

 

Michele Castelnovo

Nella rubrica verranno intervistati sindaci, assessori e consiglieri comunali nati dal 1987 compreso in poi e eletti nei comuni di: Annone Brianza, Bellano, Cassina V.na, Civate, Colico, Cortenova, Crandola V.na, Cremeno, Dervio, Dorio, Esino Lario, Galbiate, Garlate, Introzzo, Lecco, Malgrate, Mandello del Lario, Margno, Moggio, Morterone, Oggiono, Olginate, Pagnona, Pasturo, Premana, Primaluna, Taceno, Tremenico, Valmadrera, Varenna, Vendrogno, Vercurago, Vestreno.

TUTTI GLI ARTICOLI DELLA RUBRICA

 

 

-

Pubblicato in: Giovani, Giovani amministratori, Lago, News, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati