0

ALLA SCOPERTA DEI GIOVANI
AMMINISTRATORI LECCHESI:
ETTORE TICOZZI DI PASTURO

ettore ticozzi pasturoPASTURO – Come ogni mercoledì, anche oggi prosegue la nostra rubrica che ci porterà a conoscere tutti i giovani amministratori con meno di trent’anni di età dei comuni di Lecco e hinterland, del Lario e della Valsassina, con lo scopo di capire le ragioni che li hanno spinti a impegnarsi per la comunità e per sfatare quel cliché che vuole le nuove generazioni disinteressate della politica.

Oggi è il turno di Ettore Ticozzi, classe 1987, assessore a Bilancio e Patrimonio di Pasturo dal 2014.

Cosa ti ha spinto a impegnarti in politica?

Non è una passione improvvisa né di passaggio perché ho da sempre avuto interesse per il mio paese. Sono cresciuto in mezzo alla gente partecipando alle varie iniziative e anche grazie all’attività di famiglia sono sempre stato abituato a interagire con le persone e questo mi ha permesso di conoscere e farmi conoscere. La politica è arrivata solo dopo anche se, quando si è presentata l’occasione nella primavera del 2009 ho preferito attendere. Il sindaco Guido Agostoni è stato in grado di dare continuità a un progetto politico attraverso volti nuovi ed ecco la candidatura con l’elezione nel maggio 2014 e l’inizio del mandato. Ricordo una grande emozione e l’entusiasmo dei tanti amici che mi hanno aiutato, ma anche la responsabilità che ho subito maturato nel prendere in carico le richieste del mio paese.

Cosa hai realizzato durante il tuo mandato? Qual è la cosa cui tieni di più?

Non sono e non saranno tempi facili, abbiamo dovuto fronteggiare i tagli che negli ultimi anni hanno inciso notevolmente sui trasferimenti verso i comuni. Inoltre anche i bandi e i fondi messi a disposizione dai vari enti sono stati sempre meno. Nonostante questo non ci siamo persi d’animo e abbiamo cercato nuove strade per fare in modo che il paese fosse vivo e la risposta non si è fatta attendere. Penso alle numerose serate che abbiamo organizzato con associazioni e commercianti che hanno portato a diverse nuove iniziative, tra cui la realizzazione della cartina del comune di Pasturo, quella dei sentieri montani o anche gli eventi in occasioni delle festività natalizie. Da assessore al Bilancio la cosa a cui tengo di più anche se meno “visibile” riguarda il tasso di indebitamento passato dal 9,19 al 5,79. Questo dato ci darà la possibilità di accedere a nuovi prestiti per la realizzazione di qualcosa di importante e utile per Pasturo.

Ti definiresti di destra, di centro, di sinistra o di quale altra area politica?

Parto dal presupposto che è fondamentale per un comune di queste dimensioni valutare la persona e non la sua appartenenza politica, infatti, faccio parte di una lista civica che al suo interno presenta persone molto valide ma di differenti idee politiche. Mi ritengo da sempre di centro-destra nonostante ultimamente faccio sempre più fatica a identificarmi in un partito e soprattutto in un leader politico.

Quali progetti per il futuro?

Nel 2017 l’ordinario è straordinario ma non abbiamo paura di assumerci altre responsabilità e i progetti non mancano, anzi abbondano… dall’ampliamento del cimitero al recupero della “cooperativa” – che chi mi conosce sa quanto possa starmi a cuore, ma vi voglio segnalare un progetto che mi sta particolarmente a cuore che non è presente nel nostro programma elettorale dato che avremmo avuto delle grosse difficoltà nel portarlo a compimento per i motivi economici di cui già abbondantemente parlato. Si tratta della realizzazione del campo da calcio a 7. Pasturo ne dispone già di uno, ma è troppo piccolo e la sua posizione rende in pratica impossibile il suo ampliamento. È un sogno che ho fin da piccolo e spero che presto o tardi riuscirò a realizzarlo.

Michele Castelnovo

 

TUTTI GLI ARTICOLI DELLA RUBRICA

Nella rubrica verranno intervistati sindaci, assessori e consiglieri comunali nati dal 1987 compreso in poi e eletti nei comuni di: Annone Brianza, Bellano, Cassina V.na, Civate, Colico, Cortenova, Crandola V.na, Cremeno, Dervio, Dorio, Esino Lario, Galbiate, Garlate, Introzzo, Lecco, Malgrate, Mandello del Lario, Margno, Moggio, Morterone, Oggiono, Olginate, Pagnona, Pasturo, Premana, Primaluna, Taceno, Tremenico, Valmadrera, Varenna, Vendrogno, Vercurago, Vestreno.

 

 

 

Pubblicato in: Giovani, Giovani amministratori, News, politica, Valsassina Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati