A ERVE SI VINCE RICICLANDO.
GLI STUDENTI RACCOLGONO
APPARECCHI ELETTRONICI

erve scuolaERVE – Un pubblico attento e curioso ha assistito ieri mattina alla presentazione della terza edizione del progetto RAEE@scuola, una proposta nazionale di comunicazione ed educazione ambientale a cui quest’anno prende parte anche il comune di Erve, insieme ad altri 50 comuni italiani.

L’iniziativa, volta a insegnare agli studenti delle scuole primarie come gestire e smaltire correttamente i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), coinvolgerà le classi quarte e quinte elementari in attività di formazione e raccolta. La realizzazione operativa del progetto avrà il supporto di Silea Spa e avrà una durata di tre settimane.

Alunni, insegnanti e tutto il personale della scuola potranno portare da casa i propri piccoli elettrodomestici in disuso, che saranno raccolti dagli operatori di Silea e pesati. Alla scuola che accumulerà più Raee sarà assegnato un premio simbolico in risme di carta, molto utile soprattutto per le fotocopie. A fianco di tale iniziativa avverrà poi un concorso fotografico “Fatti una foto famiglia RAEE e vinci” che regalerà al vincitore uno zainetto Comix.

Sono intervenuti Gian Carlo Valsecchi, sindaco di Erve, Walter Valsecchi, dirigente dell’Istituto comprensivo di Calolziocorte, Rinaldo Redaelli, vice segretario Anci Lombardia, Mauro Colombo, amministratore unico di Silea, Marco Peverelli, direttore generale di Silea, Beniamino Bianco e Chiara Benanti, entrambi responsabili di Silea. Promosso da Anci e dal Coordinamento RAEE, il progetto ha anche il patrocinio del Ministero dell’ambiente.

I relatori hanno sottolineato come sia importante intervenire su un’educazione al consumo responsabile che parta anche dal basso, dove i ragazzi insegnino ai genitori il rispetto di queste nuove normative. Il dirigente scolastico Valsecchi ha parlato di come, negli ultimi anni, l’adesione attiva delle nuove generazioni a questi temi avvenga in tutte le fasce d’età, dall’infanzia all’adolescenza, e ha ricordato come le scuole dell’istituto comprensivo aderiscano da anni a iniziative di questo tipo, come la raccolta differenziata in classe e nelle mense.

Il sindaco di Erve ha espresso la sua soddisfazione per l’entusiasmo con cui un comune piccolo come Erve investe nella propria scuola e nella formazione dei ragazzi e, nonostante i numeri inferiori rispetto a comuni come Desenzano e Pavia, anch’essi partecipanti, si è detto fiducioso, in quanto la valutazione del peso avverrà in modo relativo e non assoluto.

I dirigenti di Silea hanno ricordato come la nuova regolamentazione sulla corretta gestione del RAEE preveda una recupero di circa il 50% del rifiuto che, all’insaputa di molti, contiene molti metalli riciclabili come ferro e alluminio e preziosi come l’oro, ma anche sostanze velenose come mercurio e cadmio. E’ fondamentale perciò raccogliere e dividere questi componenti in modo appropriato, per aderire alle più recenti direttive europee.

I bambini hanno stuzzicato i relatori con domande intelligenti e pertinenti, riguardanti il tempo di smaltimento di questi rifiuti e i prodotti ricavabili da essi. Si sono mostrati pronti e interessati a questa nuova sfida che insegnerà loro sicuramente qualcosa di utile per il loro futuro.

P. S.

 erve riciclo locandina

 

 

Pubblicato in: Cultura, Giovani, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati