50 EURO PER I BAMBINI POVERI,
ERA UNA TRUFFA E L’ANZIANA
LO FA ARRESTARE CON L’IDENTIKIT

LECCO – Truffa una signora anziana chiedendo 50 euro per due confezioni di cerotti, arrestato grazie all’identikit fornito dalla vittima. È succeso ieri in via Monsignor Polvara: un’anziana è stata avvicinata da uno sconosciuto sulla trentina, capelli corti neri, alto 1.80 circa, vestito con jeans e maglietta scura, con al seguito un borsone nero da palestra. L’uomo, con il pretesto di appartenere ad un’associazione di volontariato dedita all’aiuto dei bambini poveri, è riuscito a convincere la donna a salire in casa per farsi dare del denaro.

Una volta giunto nell’appartamento, lo sconosciuto ha tirato fuori dal borsone il campionario – prodotti per la casa e cerotti – chiedendo alla signora 50 euro. La vittima, prese solo due confezioni di cerotti, visto il prezzo elevato, ha consegnato i soldi al truffatore che, a quel punto, ha rimesso velocemente i prodotti nel borsone ed è scappato.

L’anziana, essendosi accorta di essere stata truffata, ha chiamato la polizia, raccontando agli agenti l’accaduto e fornendo una descrizione dettagliata del malafattore. Così intorno alle 19, una pattuglia della Volante ha potuto individuare in viale Monte Grappa un soggetto sospetto corrispondente alla descrizione. L’uomo è stato controllato, portato in questura e denunciato.

La questura di Lecco invita i cittadini a prestare attenzione a soggetti sospetti chiamando il numero di emergenza 112 in tutti i casi di dubbio e/o necessità, nonché a sporgere denuncia nel caso si riconosca di essere stati vittime di truffa analoga.

Immagine d’archivio

 

 

Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati