0

LECCO IERI & OGGI N°124:
L’ADDA E L’ISOLA VISCONTEA
VISTE DALLA RIVA OPPOSTA

riva-delladda-e-isola-viscontea-pescateLECCO – Forse uno degli scorci più caratteristici della città, dopo lo skyline e le volte del ponte vecchio, è il lungofiume con l’Isola Viscontea. E per il 124esimo episodio la rubrica Lecco Ieri & Oggi osserva proprio questo tratto di fiume.

Più volte dal lontano 1902, data della cartolina, il lungofiume si è modificato, nelle sue funzioni, ma anche nel suo panorama. Per esempio l’area tra i due ponti prima che fossero costruiti i moderni edifici che la caratterizzano oggi, era zona industriale, allo stesso modo la parte che dal ponte della ferrovia va piazza Era nel secondo dopoguerra, era ancora area di pescatori.

L’unico scorcio che è rimasto quasi identico è proprio questo. Gli elementi che differiscono tra le due fotografie sono ben visibili: innanzitutto al centro delle immagini, tra il ponte e l’isola, nella cartolina si può osservare un piccolo edificio circondato da un parco, mentre oggi è ben visibile il grande complesso residenziale di cui si accennava sopra. Anche il ponte della ferrovia è leggermente cambiato: l’intelaiatura delle campate si è modificata totalmente da fitta, com’era nel 1902, a quella odierna più aperta.

L’ultima annotazione riguarda quella che probabilmente è l’immagine più bella e meno conosciuta dei tempi in cui è stata pubblicata la cartolina. Ovvero il caratteristico, insolito e sicuramente ecologico “motore” della barca in primo piano: due splendidi buoi che trainavano i barconi carichi di merci permettendo loro di risalire il fiume fino ai porti di Malgrate e Parè.

Andrea Granata

Riva dell'Adda e Isola Viscontea, Pescate, 1902

Riva dell’Adda e Isola Viscontea, Pescate, 1902

 

Riva dell'Adda e Isola Viscontea, Pescate, 2016

Riva dell’Adda e Isola Viscontea, Pescate, 2016

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Città, Cultura, Hinterland, Lecco ieri&oggi, Pescate Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati