IN FAMIGLIA NON NE POTEVA PIÙ:
VIENE A LECCO PER FARLA FINITA,
LO SALVA ALBERGATORE ‘ESTERO’

LECCO – Una storia ai limiti dell’incredibile, fortunatamente a lieto fine. Con protagonisti un avvocato 63enne in difficoltà e un albergatore a sua volta “forestiero” che opera a Lecco.

La scorsa settimana, era il 4 settembre, il legale esce di casa per andare al lavoro ma sparisce letteralmente nel nulla a Piacenza, la città dove vive con un parente ultraottantenne. Una persona, il congiunto, evidentemente oppressiva se il familiare più giovane lascia un biglietto e si allontana da casa e lavoro, con propositi suicidi.

Raggiunge Lecco dove si registra in un hotel cittadino e decide di farla finita, proprio qui, sulle belle rive del Lario.

Ma la sorte ha deciso diversamente, perché l’albergatore – un uomo di origine straniera – coglie l’attimo giusto e interviene, salvando all’ultimo momento la vita dell’avvocato dopo aver chiamato in soccorso anche i carabinieri.

Adesso le cose sembrano essere tornate alla normalità. Grazie soprattutto a questo cittadino non italiano che ha evitato un gesto estremo, risparmiando conseguenze irreparabili per un professionista in difficoltà di rapporti familiari ma con ancora una vita davanti.

M. C.

Pubblicato in: Immigrazione, Città, Nera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati