BIVACCO IN AREA DEMANIALE,
UNO REAGISCE AI CONTROLLI
E FINISCE IN CARCERE

LECCO –Bivaccavano in area demaniale, in via don Ticozzi dove sono in deposito i mezzi dismessi dei vigili del fuoco e dove sorgerà la nuova caserma. Tre stranieri identificati, uno dei quali violento e in custodia cautelare in carcere.

Le segnalazioni mercoledì pomeriggio, così agenti della Volanti insieme a personale dei vigili del fuoco hanno ispezionato l’area trovando dapprima un 29enne di origini nigeriane, regolare sul territorio nazionale, tranquillo e collaborativo.

Durante il controllo un’altra persona si stava intrufolando nel piazzale, scavalcando la recinzione della pista ciclabile. Privo di documenti, l’uomo è stato accompagnato in questura per accertamenti, identificato come E.M., 26enne nigeriano, e denunciato per il reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

Un terzo uomo è stato infine individuato dai poliziotti. Questi, incurante di agenti e vigili del fuoco si era avvicinato ai veicoli rifiutandosi di esibire i documenti e con atteggiamento sprezzante e stizzito recuperava dai un autoveicolo i suoi effetti personali per poi allontanarsi. Raggiunto dagli agenti l’uomo è diventato violento, spintonando e colpendo al volto con una valigia rigida uno dei poliziotti.

La colluttazione è finita con prognosi di 5 e 10 giorni per i due agenti e l’arresto dell’uomo. Identificato come O.B., 25enne di origini nigeriane irregolare sul territorio nazionale. Per lui prima l’arresto per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, a cui è seguita questa mattina la convalida da parte del giudice del tribunale di Lecco e la misura della custodia cautelare in carcere in attesa di giudizio.

 

Pubblicato in: Città, Nera Tags: , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati