FUORI LENNON DALLA CHIESA,
CANCELLATO A ELLO
IL GOSPEL DEI SOL QUAIR

ELLO – Non c’è spazio nella parrocchia di Ello per il gospel dei mandellesi Sol Quair e il loro programma con ben due brani di John Lennon. Xmas e Imagine per il parroco don Maurizio Mottadelli non sarebbero consoni per un luogo sacro dunque è stato annullato il concerto di Natale della formazione diretta da Giuseppe Caccialanza.

A darne l’annuncio il coro sulle proprie pagine social.

Il concerto di Ello è stato annullato – scrivono i coristi -. Il Parroco, Don Maurizio Mottadelli, ritiene il nostro programma non adatto per una chiesa. In particolar modo i brani incriminati sono Xmas e Imagine di John Lennon. Tutto questo senza aver letto i testi ma solo dopo aver visto gli autori. Interpellato al telefono, oltre ad aver dato come spiegazione quanto sopra scritto, le sue parole sono state: se il comune vuole fare uno spettacolo, che lo faccia nelle sue sale. Ringraziamo il Decano di Oggiono per la sua lungimiranza“.

La scelta di don Maurizio è destinata a far discutere, ma il tema delle esecuzioni laiche in spazi dedicati al culto non è affatto nuovo. La palla in questo caso spetta sempre ai sacerdoti i quali mantengono una linea del tutto personale: c’è chi rifiuta di far eseguire in parrocchia brani pop o rock che poco hanno a che fare con il cerimoniale Cattolico e chi invece concede ampio margine ai direttori artistici. Seguendo questo ragionamento per assurdo, qualcuno potrebbe persino porre il veto su Bach, autore sacro per eccellenza ma nel mondo Protestante. Tuttavia tutto ciò viene solitamente concordato in anticipo sulla scelta del programma da proporre ai fedeli, evitando così disguidi.

La posizione del parroco di Ello, condivisibile o meno, evidenzia un altra criticità, ovvero la mancanza di luoghi adatti alla esecuzione e all’ascolto della musica. Nei piccoli teatri di paese l’acustica lascia spesso a desiderare, le sale costruite con criterio nel nostro territorio si contano sulle dita di una mano e il più delle volte non resta che “chiedere asilo” alle chiese, alcune delle quali veri e propri gioiellini per cori e piccole formazioni musicali.

C.C.

 

Pubblicato in: Cultura, Hinterland Tags: , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati