MOVIMENTO NAZIONALE PROTESTA:
“INFRASTRUTTURE ELETTRONICHE,
NON FATTURE ELETTRONICHE”

La legislazione europea prevede che la fatturazione elettroncia tra aziende private debba essere considerato un’opzione. L’unico obbligo è previsto per gli appalti pubblici e per chi opera contrattazioni pubbliche.

In Italia c’è chi ha ben pensato di estendere obbligatoriamente da gennaio 2019 questo sistema al tessuto imprenditoriale artigiano della piccola impresa. I Paesi della UE che applicano tale sistema sono: Polonia, Spagna e Portogallo; mentre fuori dai confini dell’Unione: Cile, Messico e Brasile.

Varie associazioni di categoria, quali Confcommercio e Confartigianato hanno espresso il proprio dissenso, l’Associazione Italiana dei Dottori Commercialisti ha dichiarato che ” il tessuto produttivo nazionale composto in gran parte dalla piccola-media impresa non è ancora pronto”, finanche al Garante della Privacy che per la prima volta ha esercitato il potere correttivo di avvertimento.

Movimento Nazionale per la Sovranità ritiene, che fatta salva la principale funzione di tale norma ossia la lotta all’evasione fiscale, verranno generati costi aggiuntivi edulteriore burocrazia.

Gran parte del sistema produttivo lecchese e lombardo si basa sulla piccola e media impresa (artigiani e commercianti) oggi già fortemente penalizzata, rinteniamo che il governo debba perseguire snellimento ed efficentamento della burocrazia che costituisce un ostacolo alla crescita occupazionale.

Movimento Nazionale
per la Sovranità –
Lecco

Pubblicato in: politica, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati