ABBIGLIAMENTO TECNICO: COME
SCEGLIERE LA TUTA DA MOTO

Claudio_Corti_Silverstone_2013Spesso in estate capita di vedere dei centauri che viaggiano sulla loro moto in pantaloncini, maglietta e infradito. Il codice della strada, del resto, non indica obblighi per l’abbigliamento di chi viaggia con la sua motocicletta. Purtroppo però non indossare una tuta per la moto può essere uno dei motivi che portano a peggiorare l’esito di incidenti anche banali. Oggi grazie alle offerte per la tuta da moto ideale che si trovano in rete tutti dovrebbero scegliere il modello migliore per ogni situazione.

Motociclisti protagonisti della strada?

Quando si viaggia a bordo di una motocicletta non sempre si comprende di essere tra gli utenti deboli della strada. La motivazione è chiara: anche un piccolo incidente, come ad esempio una perdita di aderenza o un tamponamento, possono causare cadute e danni decisamente gravi. Questo atteggiamento porta a considerare il viaggio in moto come una passeggiata, per la quale non è necessario abbigliarsi in modo particolare o adatto all’occasione. Anche se il codice della strada ancora non obbliga il motociclista, e anche l’eventuale passeggero, ad indossare una tuta per la moto, conviene ricordare che questo tipo di abbigliamento protegge il centauro da possibili danni alla sua persona. Non solo quando parte per un lungo viaggio, ma anche quando va al bar dietro l’angolo a fare colazione o quando si reca al lavoro a bordo della sua moto.

Un incidente e i danni che può provocare

Come abbiamo detto il motociclista è tra gli utenti deboli della strada. Basta una semplice e banale scivolata sull’asfalto per capirlo: la moto cade di lato e il guidatore si trova con la gamba che striscia sull’asfalto. Stiamo parlando di un inconveniente abbastanza frequente, nel quale l’indossare una tuta da moto fa sicuramente la differenza. Strisciare sull’asfalto con la pelle nuda può causare escoriazioni di una certa gravità, che guariscono in tempi lunghi e che possono anche infettarsi e creare danni ben peggiori. Immaginate cosa può avvenire nel corso di un sinistro, ad esempio durante un tamponamento. In Italia la maggior parte dei motociclisti indossa il casco, ma la tuta, i guanti e gli stivali da motocicletta sono altrettanto importanti, in qualsiasi occasione, anche nel corso di una breve gita. Del resto la maggior parte degli incidenti in moto non avviene in autostrada, ma sulle strade cittadine, quando si marcia nel bel mezzo del traffico.

Una tuta ideale

Non esiste una tuta ideale per qualsiasi motociclista. In linea generale il tipo di tuta da acquistare dipende dal periodo dell’anno in cui si circola in moto; durante l’inverno è meglio prediligere i modelli in pelle, mentre quando la stagione è più calda sono disponibili indumenti in fibre tessili tecniche appositamente pensate per essere maggiormente traspiranti e più leggere. La tuta da moto deve avere anche numerosi inserti che la irrobustiscano nelle zone che più probabilmente sono soggette ad un impatto, come ad esempio i gomiti o le ginocchia. Ce ne sono anche dei modelli muniti di airbag nella zona posteriore, che consentono di avere sempre la massima protezione oggi disponibile.

Pubblicato in: Economia

Condividi questo articolo

Articoli recenti